Suggerimenti

Cura della pianta africana Kiggelaria o pesca selvatica

Il genere Kiggelaria , della famiglia Achariaceae , era composto da 9 specie di arbusti e giovani alberi originari del Sud Africa ma è ora considerato come un genere con una sola specie: Kiggelaria africana.

È conosciuta con il nome comune di “Pesca Selvaggia”.

Si tratta di alberi con rami bassi e una chioma larga che raggiunge poco più di 10 metri di altezza e altrettanti di larghezza. Le foglie sono ovoidali e di colore verde brillante sul lato superiore e verde grigiastro sul lato inferiore. I fiori appaiono in grappoli, sono svasati e di colore giallo-verdastro. Fioriscono dalla primavera all’estate.

Sono utilizzati per formare schermi e sono un ottimo albero da ombra se gli vengono date le giuste dimensioni; sono adatti per i giardini costieri mediterranei.

La pesca selvaggia vive bene in una esposizione di pieno sole e in climi di tipo mediterraneo. Sono resistenti ad alcune gelate fino a circa -2 ºC.

Sebbene possano prosperare su terreni rocciosi, preferiscono terreni ben drenati contenenti materia organica.

Resistono abbastanza bene alla siccità, quindi annaffieremo moderatamente fino a quando il terreno non si asciuga.

Un fertilizzante all’anno a base di materia organica (letame o compost) sarà sufficiente in autunno.

Dovranno essere potate se si vuole dar loro un aspetto simile a quello degli alberi, in quanto tendono a diramarsi quasi dalla base.

Questi alberi in genere non presentano grandi problemi di parassiti e malattie .

È possibile moltiplicare da semi seminati in primavera e da talee fatte all’inizio dell’estate.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *