Suggerimenti

Cura della pianta Billbergia nutans, Bilbergia o Queen’s Tears

Nella famiglia Bromeliaceae è presente il genere Billbergia , composto da circa 60 specie di bromeliacee provenienti da Brasile, Messico e America Centrale. Alcune specie sono : Billbergia nutans, Billbergia pyramidalis, Billbergia zebrina, Billbergia saundersii, Billbergia amoena.

È conosciuta con i nomi volgari Bilbergia, Lacrime della Regina o Avena.

Sono bromeliacee terrestri (non efite) con foglie strette in una rosetta di seta d’oliva dai riflessi argentei e alte appena più di 50 cm. I fiori appaiono in mazzi pendenti con brattee rosa e sono piccoli e verde giallastri con bordi blu. Fioriscono in estate e possono farlo anche su piante giovani.

Vengono utilizzate come piante d’appartamento perché sono facili da coltivare e, clima permettendo, per coprire aree del giardino sotto alberi o cespugli.

Bilbergy ha bisogno di un’esposizione illuminata ma senza ricevere la luce diretta del sole e temperature mai inferiori a 10ºC. È molto importante che l’umidità ambientale sia elevata, in modo da poter annaffiare periodicamente la pianta con acqua priva di calcare o mettere un piatto con pietre umide sotto il vaso.

Il vostro terreno dovrebbe idealmente essere un terreno leggermente acido e fibroso e contenere un po’ di torba e lettiera di foglie.

Acqua regolarmente, con acqua priva di calcare, tutto l’anno, tranne in autunno e in inverno, quando il terreno si asciuga tra gli apporti d’acqua. La pianta può immagazzinare l’acqua al centro della rosetta.

Concimare con concime minerale ogni 15 giorni in primavera e in estate.

Sono abbastanza resistenti, temendo solo il freddo e la bassa umidità che possono causare la comparsa di afidi e lumache lanose .

Anche se è possibile propagarsi dai semi, è più facile farlo dalle marze che la pianta stessa produce; questo può essere fatto a metà della primavera.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.