Suggerimenti

Cura della pianta Laurus nobilis o Alloro

L’alloro è un arbusto originario del Mediterraneo utilizzato fin dall’antichità per scopi medicinali. Il suo nome deriva dal latino “laudare” (lode) ed era usato come simbolo di gloria per incoronare imperatori o eroi.

Appartiene alla famiglia Lauráceas e al genere Laurus , che condivide con i Laurus canariense o azorica.

Gli allori sono arbusti sempreverdi che possono raggiungere i 15 metri di altezza. Le loro foglie dure sono di forma ovale e contengono oli aromatici e resinosi. Fioriscono all’inizio della primavera con fiori molto piccoli gialli poco visibili. Producono frutti di colore blu nerastro che maturano in autunno.

Utilizzato per siepi o per formare gruppi nel giardino. È anche possibile coltivarli in vaso, ma devono essere grandi (almeno 50 cm di profondità).

Possono vivere in pieno sole, in mezza ombra e anche all’ombra se fa molto caldo. Non amano il freddo e la loro temperatura ideale è compresa tra i 15 e i 25°C (media annua).

Non è una pianta esigente con il terreno e un normale terreno da giardino con un po’ di sabbia è sufficiente per favorire il drenaggio.

L’alloro ha bisogno di molta annaffiatura per crescere, soprattutto durante la stagione più calda.

Supporta bene la dimensione per modellarlo, anche se non è necessario.

Sono sufficienti un concime annuale da giardino e un concime minerale ogni 6 mesi.

Sebbene l’alloro sia una pianta piuttosto resistente , può essere attaccato da ragni rossi e cocciniglie .

Si si moltiplica molto bene per i semi (sia secchi e neri) che germinano rapidamente o per talee fatte alla fine dell’estate.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *