Suggerimenti

Fiore elettrico: [coltivazione, cura, irrigazione, substrato e parassiti]

Il fiore elettrico è una specie commestibile di colore giallo con un centro rossastro che ha un sapore abbastanza particolare. Sebbene sia popolarmente conosciuta con questo nome, il suo nome scientifico è Acmella oleracea.

Oggi sta guadagnando molta popolarità nel mondo culinario, ma anche a livello di raccolto.

Quindi, se stavi cercando informazioni sul fiore elettrico, è molto probabile che sei capitato nell’articolo giusto

   

Punti importanti quando si semina il fiore elettrico
  • Quando? All’inizio dell’estate .
  • Dove? Sul esterno , sia con costante esposizione al sole o in ombra parziale.
  • Come prepariamo il terreno? Con materia organica.
  • Come dovremmo annaffiare? Con gocciolante ma abbondantemente.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? Tre volte a settimana in estate, due volte il resto dell’anno.
  • Quali parassiti e malattie hanno? Solo malattie dovute all’eccesso di umidità.

Caratteristiche del fiore elettrico

Il fiore elettrico è una specie della famiglia delle Asteraceae , il cui colore è giallo brillante, anche se non è per questo il suo cognome “elettrico”. Il raccolto proviene da una pianta madre che è stata chiamata Berro del Pará.

Sebbene la sua origine non sia certa, alcuni ricercatori concordano sul fatto che molto probabilmente provenisse da qualche parte del Sud America.

   

Lo sapevate…?
Il fatto più interessante che ruota attorno alla sua scoperta ha a che fare con gli effetti che produce quando viene consumato.

Come molti altri prodotti, permette il passaggio da una sensazione iniziale e poi ad un’altra. Con il consumo del fiore elettrico le sensazioni sono molto esotiche e interessanti.

In primo luogo, senti un delizioso bruciore di stomaco che diventa pronunciato, e poi entri in uno stato analgesico. Questo stato riesce a porre tutte le aree della bocca come gengive e lingua in un periodo di riposo.

È proprio questo effetto che ha guadagnato l’ammirazione di molti e il rifiuto di altri.

Ma ciò non ha impedito loro di essere utilizzati anche per scopi medici , raccomandandone il consumo in caso di mal di denti, ad esempio.

Tuttavia, la sua crescita all’interno delle cucine di tutto il mondo continua ad essere esponenziale.

Questo perché non si consuma solo fresco, ma anche bollito e addirittura in infuso. Poiché i fiori erano della migliore qualità, è meglio raccoglierli alla fine dell’estate.

In altre aree del mondo è anche conosciuto come il pulsante Sechuan.

Dove dovremmo seminare il fiore elettrico?

È preferibile tenerlo con esposizione al sole, costantemente o per poche ore al giorno. Intorno all’esposizione alla luce solare, verrà misurato il livello di irrigazione necessario per essere in condizioni ottimali.

Essendo una specie proveniente da climi tropicali , necessita di temperature costanti, non potendo resistere al gelo.

Inoltre non è molto resistente nemmeno alle basse temperature, quindi bisogna prestare molta attenzione al luogo scelto per la sua semina.

Il terreno, da parte sua, deve avere un buon drenaggio ma deve essere in grado di mantenere quanta più umidità possibile.

Poiché le radici hanno bisogno di movimento, si raccomanda anche che il terreno sia sciolto.

   

Quando dovrebbe essere coltivato il fiore elettrico?

La semina verrà effettuata con i semi ed è necessario attendere l’inizio dell’estate per eseguire questo processo.

Il motivo è che i semi hanno bisogno di luce solare costante e temperature elevate per germogliare molto bene.

Nel caso in cui desideri lavorare per talea , puoi iniziare dalla fine della primavera.

Come prepariamo il terreno?

La preparazione del terreno deve essere orientata a fornire molti nutrienti in modo che possa trarne vantaggio nella sua crescita.

Questo processo sarà sufficiente per completarlo con l’uso di compost fatto in casa prima della semina.

È anche un buon piano preparare il compost dopo la semina, poiché aggiungerà sostanze nutritive e manterrà l’umidità.

   

Come seminare il fiore elettrico passo dopo passo?

  1. La semina avverrà tramite i semi.
  2. Questi hanno bisogno di molta luce solare per germogliare, quindi a differenza di molte altre specie, non dovrebbero essere seminati.
  3. Il processo in questo caso consisterà nell’offrire loro un ambiente di calore, luce e umidità.
  4. Questo sarà possibile ottenerlo spargendo i semi sulla superficie di un vaso e poi coprendolo con un involucro di plastica, lasciandolo in un’area all’aperto.
  5. È necessario integrare costantemente l’umidità e, durante la germinazione, passare al giardino oa un vaso più grande.
  6. Questo perché le loro radici tendono ad “affogare” se non hanno abbastanza spazio.
  7. Questa specie tende a riprodursi anche per talea che va seminata preferibilmente nella tarda primavera .

Di che cure ha bisogno il fiore elettrico?

Terra costantemente bagnata

L’irrigazione è il requisito principale del fiore elettrico perché non tollera l’aridità della terra.

Pertanto, le innaffiature durante l’estate devono essere molto frequenti, soprattutto se si trova in una zona dove riceve il sole diretto.

In questo periodo si consigliano circa tre volte a settimana, mentre gli altri tempi potrebbero diminuire a due.

Compost

Il fertilizzante sarà sempre benefico , soprattutto nelle stagioni primaverili ed estive quando è in fase di fioritura.

Il compost fatto in casa sarà più che sufficiente per dargli l’apporto energetico di cui ha bisogno.

Potatura

La potatura non è necessaria, a meno che non abbia lo scopo di rimuovere parti danneggiate della pianta.

   

Quali parassiti e malattie ha il fiore elettrico?

È una pianta molto resistente a qualsiasi tipo di parassiti e malattie , soprattutto quando ha una buona condizione nutrizionale e ambientale.

Se l’umidità in eccesso viene generata dall’irrigazione e il terreno non è in grado di drenarla, potrebbero svilupparsi funghi.

Per quanto riguarda i parassiti, sono molto rari perché i fiori non sono tra i favoriti per l’ impollinazione.

Nonostante i suoi fiori siano perfettamente commestibili, non va dimenticato che è anche un esemplare di altissimo pregio a scopo ornamentale .

Seminare il mango: la guida passo passo per mangiare questo delizioso frutto [12 passaggi]

Quando? Tarda primavera e inizio estate. Dove? È sensibile al freddo (albero tropicale) e necessita di molta luce. Quanto …
Leer Más

Come piantare un ulivo passo dopo passo: [Guida completa + immagini]

Quando? In autunno o primavera. Dove? Richiede tra le 8 e le 12 ore al giorno di luce. Si sviluppa molto bene…
Leer Más

Hackberry o Lidonero: [Semina, Cura, Irrigazione, Substrato, Problemi]

Il bagolaro (Celtis australis) è un albero dalla tessitura forte che si trova in zone prossime alla macchia mediterranea, quasi sempre…
Leer Más

Il Pino: [Pianta, Caratteristiche, Irrigazione, pH, Potatura, Problemi]

Un pino è un tipo di conifera del genere Pinus, nella famiglia delle Pinaceae. Pinus è l’unico genere del …
Leer Más

L’albero di Jacaranda: [Caratteristiche, semina, cura, irrigazione e substrato]

La prima volta che qualcuno vede un albero di jacaranda (Jacaranda mimosifolia), potrebbe pensare di aver visto qualcosa preso da …
Leer Más

L’Acacia: [Caratteristiche, Semina, Cura, Irrigazione e Substrato]

Le acacie sono alberi graziosi che crescono in climi caldi come le Hawaii, parti dell’Africa, Messico e sud-ovest …
Leer Más

Algarrobo: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Il carrubo è un albero sempreverde che si adatta molto bene ai climi di tipo mediterraneo, raggiungendo un …
Leer Más

Nespolo: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il nespolo è un albero che produce un frutto dalla polpa densa e dolce noto con lo stesso nome. Lo so …
Leer Más

Kaki: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il kaki è un albero da frutto che ha guadagnato molta popolarità per la sua capacità di adattarsi a quasi tutti i tipi…
Leer Más

Kiri: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

L’albero del kiri è uno dei più imponenti che possiamo trovare perché raggiunge i 20 metri di altezza. Anche …
Leer Más

Leccio: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Il leccio è una specie di albero ampiamente utilizzato per ripopolare aree di terreno rimaste deserte per …
Leer Más

Ceibo: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

L’Erythrina crista-galli è un piccolo albero originario del Sud America, dei paesi dell’Uruguay, del Brasile, del Paraguay e dell’Argentina. È …
Leer Más

Pioppo nero: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Populus nigra è una delle specie autoctone più importanti dell’Europa centrale e mediterranea. Si è diffuso da…
Leer Más

Budleia: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Buddleia o Buddleja è un genere che riunisce circa 100 specie del Nord e del Sud America, da …
Leer Más

Bella Sombra: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Bella ombra, è un albero originario della regione calda e umida dell’Argentina. Tuttavia, è stato introdotto per …
Leer Más

Hackberry: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il bagolaro è un albero deciduo molto longevo (da 400 a 600 anni), tipico della regione mediterranea. È originario di…
Leer Más

Albero dell’amore: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

L’albero dell’amore è una specie arborea del sud-ovest e sud-est dell’Europa e dell’Asia occidentale. Il suo …
Leer Más

Pioppo canadese: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il pioppo canadese è un albero ibrido prodotto dall’incrocio tra Populus deltoides, originario del Nord America, e Populus …
Leer Más

Carambolo: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

L’Averrhoa carambola è un frutto tropicale originario dell’Asia sudoccidentale. La sua coltivazione si è diffusa in vari paesi con …
Leer Más

Acerola: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

La Malpighia emarginata è un albero originario del Centro America ed è distribuito naturalmente dal sud del …
Leer Más

Albero di Giove: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

L’albero di Giove è una specie originaria della Cina, della Corea e del Giappone, coltivata anche nelle regioni subtropicali…
Leer Más

Agrifoglio: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

L’Ilex aquifolium è un albero solitamente utilizzato come pianta ornamentale per le sue foglie spinose e i suoi frutti rossi. Il suo …
Leer Más

Boldos: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il boldo è un albero originario del Cile ampiamente riconosciuto come una delle specie forestali con il più alto valore ambientale…
Leer Más

Durillo: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Il Viburnum tinus è una specie originaria delle foreste temperate della regione mediterranea. Si distingue per il suo grande valore ornamentale e …
Leer Más

Agrifoglio: [Pianta, cura, irrigazione, substrato, parassiti e malattie]

L’agrifoglio è una delle piante ornamentali più belle da avere in giardino. Il contrasto tra…
Leer Más

Piantare un ciliegio: la guida per farlo [Immagini + passo dopo passo]

Quando? durante la primavera. Dove? Hanno bisogno di molta luce solare e di una buona circolazione dell’aria. Quanto tempo ci vuole per…
Leer Más

Pianta un albicocco: [substrato, irrigazione, cura, parassiti]

I cinesi associano l’albicocca all’educazione e alla medicina. Ad esempio, la parola classica 杏 壇 (letteralmente: “altare …
Leer Más

Ippocastano: [colture, associazioni, parassiti e malattie]

Dove seminare? In piena luce. Ha bisogno di molta luce solare. Quando? autunno o inverno. Come prepariamo il terreno? Rimosso con terreni …
Leer Más

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *