Suggerimenti

Fioritura di orchidee

Le orchidee sono un intero genere di bellissime piante da fiore, molto apprezzate ornamentalmente proprio per la grande varietà nelle forme e nei colori dei loro fiori, tutti di grande bellezza. Attualmente ci sono più di 25.000 specie e 60.000 ibridi a causa del loro grande successo e popolarità, anche se molti fan incontrano problemi quando si tratta di godersi la fioritura delle loro orchidee, e cioè che devono sapere bene di quali cure hanno bisogno affinché i loro fiori apparire e risplendere in tutto il suo splendore.

Se vuoi saperne di più sulla fioritura delle orchidee, continua a leggerci in questa guida completa di EcologíaVerde.

Quanto tempo impiegano le orchidee a fiorire?

Ottenere la prima fioritura delle orchidee non è particolarmente difficile, poiché è sufficiente che la pianta abbia i suoi bisogni primari di acqua, luce e nutrienti forniti. Quanto tempo ci vuole prima che appaia questa prima fioritura? Dipende dalla varietà e dalle circostanze specifiche, ma nel caso, ad esempio, della Phalaenopsis, una delle più comuni da acquisire, possono volerci fino a 3 o 4 anni dalla germinazione.

Le prime fioriture saranno sempre più povere e più piccole, non si otterranno fiori di grandi dimensioni e bellezza fino ad almeno tre stagioni dopo. Se a questo aggiungiamo che alcune specie o varietà successive richiedono fino a 8 anni per fiorire, capiremo perché sono fiori costosi.

Come faccio a sapere se la mia orchidea fiorirà allora? Davvero, la cosa migliore da fare in questo caso è coprire tutte le sue necessità per la pianta ed essere attenti alla nascita del gambo floreale di un’orchidea e dei suoi boccioli di fiori che ne derivano, che sono l’unico segnale inequivocabile che la pianta sta preparando la sua fioritura..

Quando fioriscono le orchidee?

Nel loro habitat naturale, nelle zone tropicali, le orchidee possono dare fino a tre fioriture all’anno. Ciò si verifica però solo in questo tipo di clima, dove le stagioni non sono molto marcate e non si registrano sbalzi di temperatura significativi.

Se non vivi in ​​una zona a clima tropicale, la tua orchidea fiorirà solo una volta all’anno, che sarà quasi sempre in primavera. Nell’emisfero settentrionale ciò avverrà normalmente a partire dalla fine di marzo, anche se dipenderà dalle caratteristiche specifiche del clima della zona.

Quanto durano i fiori di orchidea?

Quando le condizioni sono favorevoli, se diamo una buona cura a questa pianta, la fioritura dell’orchidea può durare 3 mesi, essendo una delle piante con i fiori ornamentali più lunghi. Nello specifico i fiori dureranno più a lungo in un clima fresco, mentre in uno più caldo i fiori appassiranno prima.

Prendersi cura delle orchidee in fiore

Durante la fioritura, le esigenze dell’orchidea non sono molto alterate. Questi sono i punti chiave della cura delle orchidee in fiore:

  • Luce: abbondante e indiretta o filtrata.
  • Posizione: al riparo da correnti d’aria e fonti di calore.
  • Temperatura: sempre sopra i 10ºC. Periodo vegetativo necessario.
  • Irrigazione: fino a due volte a settimana nei mesi caldi, sempre senza strafare o allagamenti. Quindicinale nei mesi freddi. Qui puoi saperne di più su Come innaffiare un’orchidea.
  • Umidità: è necessario spruzzare leggermente acqua sulle foglie in ambienti asciutti o appoggiare la pianta su acqua e sassi, senza che le radici tocchino l’acqua.
  • Substrato: molto leggero e poroso, preferibilmente specifico per epifite o orchidee.
  • Fertilizzante: è necessario utilizzare concime specifico per orchidee, quello universale può bruciare le radici.

In questo altro post puoi saperne di più su Come prendersi cura delle orchidee.

Come far rifiorire un’orchidea

Far sbocciare di nuovo le orchidee è l’incubo di molti fan, che a volte si arrendono e finiscono per sbarazzarsi della pianta dopo la prima fioritura. Tuttavia, queste piante possono continuare a prosperare. Devi solo prestare particolare attenzione alla cura delle orchidee quando i fiori cadono:

  • La prima e più importante cosa è sapere quando tagliare i gambi delle orchidee, cioè la potatura. Questo va fatto una volta terminata la fioritura e fintanto che non si è sviluppato keiki, cioè una nuova pianticella dal nodo del fusto floreale, un modo per riprodurre le orchidee. Se l’asta ha un nodo, viene tagliata sopra di essa o l’asta viene rimossa direttamente, dipende dalle preferenze del giardiniere.
  • Dai molta luce alla tua orchidea dopo la fioritura, anche se sempre indirettamente.
  • Somministrare fertilizzanti specifici a fine inverno in modo che la pianta si prepari alla nuova fioritura.
  • Lascia che la pianta si accorga degli sbalzi di temperatura delle stagioni. Se non sente il freddo in inverno, non entrerà nel periodo vegetativo e, senza di esso, non fiorirà più.

Perché un’orchidea non fiorisce?

Se ti chiedi ancora: perché la mia orchidea non fiorisce? , è molto probabilmente dovuto a uno dei punti spiegati sopra. Se dai alla tua pianta abbastanza luce e umidità senza ristagni d’acqua, lascia che vada in letargo e pota correttamente dopo la fioritura, dovrebbe dare una nuova fioritura la primavera successiva. Se anche con tutto questo non accade, è molto probabile che la tua pianta sia colpita da qualche malattia o parassita come funghi o insetti.

Nel video qui sotto ti mostriamo 7 errori comuni quando ti prendi cura delle orchidee, così puoi imparare da loro ed evitarli in tempo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Fioritura dell’orchidea, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.