Suggerimenti

Cosa piantare in un orto urbano

Un giardino urbano è un’opzione favolosa per dare un po’ di vita a quello spazio sulla tua terrazza, balcone o giardino e, allo stesso tempo, occuparti di un compito tanto divertente quanto soddisfacente. E non si tratta solo di quanto sia bello vedere le tue piante crescere giorno dopo giorno; quando assaggerai il gusto delle tue verdure e verdure biologiche vedrai l’enorme differenza che c’è con ciò che compri al supermercato.

Se vuoi imparare come organizzare un buon programma di semina per il tuo giardino a casa, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui parliamo di cosa piantare in un orto urbano.

Cosa piantare in un orto urbano – elenco delle piante

A seconda delle stagioni dell’anno, il nostro orto urbano accetterà meglio un tipo di coltura o un altro. Successivamente, lasciamo un elenco di piante per un orto urbano, ordinate per stagione in cui è più adatto a piantarle. Va comunque ricordato che questi periodi sono indicativi, e climi molto caldi o molto freddi possono ritardare o anticipare le stagioni di impianto.

Cosa piantare in inverno

  • Aglio
  • Lattuga
  • Pisello
  • Pomodori
  • fragola
  • legumi verdi
  • Cetriolo
  • Sedano
  • Cipolla
  • Pepe
  • Lenticchia

Cosa piantare in un orto urbano in primavera

  • Zucca
  • bietola
  • Patata
  • Carota
  • Fagiolo
  • Melone
  • Rapa
  • Broccoli
  • Spinaci
  • Anguria
  • Cavolo
  • Cetriolo
  • Pepe

Cosa piantare in un orto urbano in estate

In questo altro articolo puoi scoprire di più su Quali ortaggi piantare in estate.

Cosa piantare in autunno

Ortaggi da piantare in un orto urbano

Ci sono alcune verdure che sono una scommessa sicura in qualsiasi orto urbano, e chi non usa cose come cipolle o pomodori quasi ogni giorno? Qui ci accingiamo a citare alcuni degli ortaggi più comuni da piantare in un orto urbano, che ravviveranno un gran numero di piatti e pasti con il loro sapore.

Cipolla

  • Irrigazione: la cipolla è una coltura popolare che non necessita di grandi cure. È una pianta molto rustica, che non necessita di annaffiature abbondanti, anche se necessita di annaffiature frequenti. Nonostante ciò, è consigliabile ridurre la frequenza delle irrigazioni durante la formazione del bulbo, poiché così asciugherà meglio.
  • Substrato: non necessita di substrati molto ricchi, sebbene richieda un abbondante volume di substrato.
  • Semina: semina bene durante il tardo inverno e l’inizio dell’autunno. La raccolta avverrà a circa 4 mesi dalla semina. In quest’altra guida al giardinaggio spieghiamo quando e come seminare e piantare cipolle.

Pomodori

  • Annaffiatura: È meglio annaffiare molto spesso e in piccole quantità rispetto al contrario. L’ideale, infatti, è applicare l’irrigazione a goccia.
  • Substrato: la star di quasi tutti i giardini urbani è piuttosto esigente con il substrato. Ha bisogno di terreni molto ricchi di sostanza organica, quindi dovrai arricchire il terreno con compost o humus di lombrichi, oltre a fornire una grande quantità di substrato.
  • Semina: il suo periodo di semina è compreso tra l’inverno e l’inizio della primavera. Si vendemmia in circa 3 mesi. In questi altri articoli di EcologíaVerde ti diamo istruzioni su quando e come piantare i pomodori e come piantare e coltivare i pomodorini, uno dei più comuni negli orti urbani.

Lattuga

  • Irrigazione: necessita di annaffiature frequenti e abbondanti.
  • Substrato: la lattuga è una coltura che necessita di un substrato con una buona quantità di sostanza organica:
  • Semina: si può seminare praticamente tutto l’anno tranne i mesi più freddi dell’inverno, e si raccoglie tra le 3 e le 9 settimane dopo, a seconda della varietà. Scopri in questo altro post Quando e come piantare la lattuga.

Aglio

  • Irrigazione: l’aglio si distingue per il suo basso fabbisogno di acqua, e può essere coltivato senza irrigazione a seconda del clima.
  • Substrato: non è impegnativo con i nutrienti del supporto, quindi è molto comodo da mantenere.
  • Semina: si pianta per tutto l’inverno e si raccoglie dopo circa tre mesi. Qui si parla di quando e come piantare l’aglio giovane e quando e come piantare l’aglio.

Cosa piantare in un orto urbano: piante aromatiche

Queste sono alcune delle erbe aromatiche che puoi coltivare nel tuo orto urbano:

  • Prezzemolo: Il prezzemolo è ampiamente utilizzato come ingrediente nella dieta mediterranea e ha un numero enorme di usi e proprietà. Può essere piantato praticamente in qualsiasi tipo di substrato, poiché non richiede nutrienti. Ha bisogno di molta esposizione al sole e di annaffiature moderate. Si può piantare in primavera o in estate e si raccoglie circa 3 mesi dopo, quando la pianta ha un fusto di circa 10 cm.
  • Basilico: questa pianta aromatica cresce meglio in terreni sciolti ricchi di sostanza organica. Il basilico può essere coltivato in mezz’ombra così come in pieno sole, e necessita di annaffiature frequenti e moderate, senza allagamenti. Semina in primavera e raccogli prima che la pianta superi i 20 cm di altezza.
  • Timo: Il timo ha bisogno di un terreno ben drenato e di un’esposizione diretta al sole. Non è necessario arricchire il suo substrato con molta materia organica e non aggiungere fertilizzante. Anche l’irrigazione dovrebbe essere moderata, senza eccedere. Si pianta alla fine dell’inverno, e si può raccogliere man mano che si consuma, per la maggior parte dell’anno.
  • Menta – La menta cresce in modo più sano in un terreno con una buona umidità, anche se il terreno non ha un ottimo drenaggio. Non richiede molta luce, ma richiede annaffiature frequenti. L’ideale è seminarlo in primavera per poter raccogliere i suoi teneri germogli in estate.
  • Rosmarino: questo arbusto molto resistente necessita di molta esposizione alla luce solare, nonché di terreno sciolto, sabbioso con buon drenaggio. È una delle poche piante che apprezzano annaffiature abbondanti e diradate, lasciando asciugare il substrato. Il rosmarino può essere piantato e raccolto tutto l’anno, anche se se lo si desidera per gli infusi è consigliabile farlo quando è in fioritura.
  • Lavanda – La lavanda è nota per la sua capacità di adattarsi praticamente a qualsiasi tipo di terreno. Non ha bisogno di molte annaffiature se non quando viene piantata, e infatti può sopravvivere senza annaffiare affatto in molti climi. Si può seminare in primavera, passato il freddo, e si può raccogliere ogni anno in primavera dalla seconda fioritura, potando i suoi steli con i fiori.

Per finire questa guida su cosa piantare in un giardino urbano su una terrazza, giardino o balcone, ti consigliamo di dare un’occhiata alle nostre altre guide su Come realizzare un giardino urbano in casa e Come realizzare giardini verticali, in cui puoi creare anche orti urbani, soprattutto con piante aromatiche.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa piantare in un orto urbano, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.