Suggerimenti

Hackberry o Lidonero: [Semina, Cura, Irrigazione, Substrato, Problemi]

Il bagolaro ( Celtis australis) è un albero dal forte impasto che si trova nelle zone prossime al Mediterraneo , quasi sempre solitario e che produce frutti.

Nel mondo scientifico è conosciuto come Celtis Australis , anche se diverse comunità lo chiamano almarzo, o’latonero’, tra gli altri.

Le sue caratteristiche principali risiedono nelle sue dimensioni, poiché è in grado di raggiungere fino a 25 metri di altezza quando in aree appropriate.

È una specie di climi piuttosto caldi, essendo necessario tenerlo al riparo dalle basse temperature e, soprattutto, dal gelo.

Cercavi qualche specie con caratteristiche simili al bagolaro? È arrivato il tuo turno di metterti al lavoro con queste informazioni.

Punti importanti quando si pianta Hackberry Tree
  • Quando? In primavera .
  • Dove? In un’area chiara dove riceve abbastanza luce solare ogni giorno.
  • Come prepariamo il terreno? Garantire che abbia una consistenza calcarea con un’aggiunta sassosa.
  • Come dovremmo annaffiare? L’irrigazione sarà basata sull’età, poiché i loro bisogni quando sono giovani sono maggiori rispetto all’età adulta.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? Nel caso di un bagolaro giovane, l’ideale è due o tre volte alla settimana. Un adulto, una volta alla settimana.
  • Quali parassiti e malattie ha? I due elementi principali che possono influenzarti sono il fuoco batterico e la ruggine .

Caratteristiche del bagolaro o logón

Hackberry è un grande albero deciduo originario del Nord America.

È anche conosciuto come l’albero di ortica, lodón, el azucarero, el castoro , aligonero, ledonero, lodoño, quicavero o latonero.

Ha un legno longeva moderatamente duro di colore grigio giallastro tendente al marrone chiaro con striature gialle.

Il bagolaro comune si distingue facilmente dagli olmi e da alcuni altri accessi per la sua corteccia di sughero con protuberanze verrucose.

Le foglie sono chiaramente asimmetriche e di consistenza spessa. Produce piccoli frutti che in autunno virano dal rosso arancio al viola intenso, rimanendo spesso sugli alberi per diversi mesi.

Il bagolaro comune è facilmente confuso con lo zucchero di mora (Celtis laevigata) e si distingue facilmente per la sua portata e habitat. Il bagolaro comune ha anche foglie più larghe che sono più spesse sopra la zuccheriera.

Dimensione del mirtillo

Il bagolaro è un albero di medie dimensioni, alto da 9 a 15 metri, con un tronco sottile.

Ha una bella testa arrotondata e rami pendenti. Predilige terreni ricchi e umidi, ma crescerà su pendii con ghiaia o rocce. Le radici sono fibrose e cresce rapidamente.

Nelle zone occidentali, gli alberi possono crescere fino a 29 metri.

L’età massima raggiunta dal bagolaro è tra i 150 ei 200 anni, in condizioni ideali.

La corteccia è di colore bruno chiaro o grigio argenteo, spezzata in superficie in scaglie fitte e strette e talvolta ruvide con escrescenze; il modello è molto caratteristico.

Quando piantare un bagolaro?

La semina del bagolaro dovrà attendere l’entrata in primavera per avviarla.

Ciò faciliterà dandogli le condizioni più adatte per svilupparsi senza complicazioni e permettendogli di adattarsi al luogo prima del prossimo ciclo invernale.

Dove piantare un bagolaro?

Il bagolaro è un albero imponente in termini di altezza e questo obbliga a scegliere un’area libera per la sua piantagione.

È importante che gli venga offerta la possibilità di ricevere una buona quantità di luce solare durante tutto il suo sviluppo per garantire che sia in ottima salute.

Come preparare il terreno?

La corretta selezione del terreno è essenziale per far sì che il bagolaro si stabilizzi e cresca molto bene.

In genere predilige i terreni calcarei, con qualche dettaglio sassoso che lo aiuta a mantenere stabilità in futuro.

Tuttavia, è molto importante che abbia un buon drenaggio, poiché di solito vengono seminati in spazi con fonti d’acqua vicine e si dovrebbe evitare la putrefazione.

Come innaffiamo un bagolaro?

L’irrigazione varia in quantità e frequenza a seconda della struttura dell’albero.

Quando è più giovane, lo sviluppo richiede una notevole quantità di acqua , soprattutto nelle giornate di mezza estate .

Tuttavia, in età adulta, questo fabbisogno diminuisce fino a diventare necessario in quantità molto ridotta.

Quanto spesso annaffiamo?

Le esigenze di irrigazione per un albero giovane dovrebbero essere coperte accuratamente fino a quando non è ben radicato nello spazio prescelto.

La proposta base ruota intorno a 2 o 3 volte a settimana, mentre negli alberi di grandi dimensioni si possono già ridurre fino a 1 volta a settimana .

L’albero adulto è in grado di tollerare la siccità, purché non si generino molto frequentemente e non per periodi così lunghi.

Come piantare un bagolaro passo dopo passo?

Hackberry è una specie che ha due possibili vie di riproduzione . Il primo è attraverso i semi e il secondo attraverso le punte.

In entrambi i casi verrà seguito un iter di lavoro simile, che spieghiamo di seguito:

  1. Raccogli i semi o le spine che utilizzerai per la semina.
  2. Seleziona il luogo in cui eseguirai la procedura, assicurandoti che sia chiaro in modo che la pianta riceva abbastanza luce solare. Tieni presente che se hai intenzione di piantare più di un esemplare, dovrebbero trovarsi a una distanza considerevole l’uno dall’altro per evitare complicazioni future.
  3. Interrare i semi o le spighe assicurando una profondità sufficiente affinché non si stacchino dall’azione del vento.
  4. Innaffia abbondantemente in questo primo momento, senza generare pozzanghere e poi ripeti l’operazione fino a tre volte a settimana. La cosa importante qui è evitare che il terreno perda il suo livello di umidità.

Di che cure ha bisogno un bagolaro?

Il bagolaro è un albero molto buono sotto ogni punto di vista, poiché si adatta alle condizioni climatiche e anche al terreno.

  • Il suo più grande problema di crescita e sviluppo ha a che fare con la formazione dei rami.
  • Questi tendono a diventare molto disordinati e si scontrano e si aggrovigliano tra loro , quindi è necessario prestare attenzione per evitare che un tale problema ti colpisca.
  • La potatura, invece, non è un’azione necessaria se l’albero sta crescendo secondo le sue particolari condizioni.
  • Se è essenziale eseguirlo, è meglio lavorare solo con rami sottili, perché rami più spessi potrebbero causare molti danni.

Quali parassiti e malattie colpiscono il fango?

Il bagolaro è una delle specie più attraenti da piantare in aree altamente inquinate perché resiste molto bene a tutto, anche in ambienti ostili.

Inoltre non necessita di cure in relazione alla presenza di malattie perché il suo legno è robusto e l’intera struttura, in generale, molto resistente .

Attenzione ai funghi e alle potature

Quello che potrebbe succedere è che qualche fungo si sia insediato nella sua struttura a causa di ferite provocate a causa di una cattiva potatura.

Come accennato in precedenza, la potatura è sconsigliata, tanto meno quando avviene su rami grossi.

In questo caso, un fungo noto come ruggine potrebbe iniziare a colpire la pianta provocando notevoli danni all’intera struttura.

Alcune persone che hanno familiarità con la specie sono state in grado di rilevare la presenza di un parassita noto come fuoco batterico.

Tuttavia, è molto raro e non tende a causare danni così considerevoli.

Se pianti un bagolaro in un giardino, farai un regalo inestimabile alle generazioni future, poiché è una specie che può vivere fino a 5 secoli.

Un altro punto importante è che potrai godere di un’ombra molto apprezzata a causa del livello di fogliatura che raggiunge il tuo bicchiere.

E questa è una condizione che continuerà dall’inizio della primavera fino all’autunno inoltrato .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.