Suggerimenti

Irrigazione del Kiri: [Necessità, frequenza e procedura]

L’albero del kiri, noto anche come albero imperiale o imperatrice, è originario della Cina, che è diventato molto popolare in tutto il mondo.

Una delle sue caratteristiche principali è quella di raggiungere una crescita abbastanza rapida, permettendone la fruizione in breve tempo.

D’altra parte, è ampiamente utilizzata come pianta pioniera, cioè viene piantata per abilitare gli ambienti prima di introdurre nuove specie di piante . Come molte altre piante, l’ albero del kiri mantiene alcune cure specifiche per la specie, tra le quali troviamo l’irrigazione.

Per questo motivo, di seguito ti forniremo i dettagli su quali sono i requisiti di irrigazione del kiri e su come identificare i diversi problemi.

Punti importanti quando si innaffia un kiri:
  • Frequenza di irrigazione: una volta ogni due giorni durante i primi anni di vita. Una volta ogni 3-4 settimane durante l’età adulta.
  • Metodo di irrigazione: nessuno in particolare
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: evitare il contatto con il sole intenso.
  • Identificare l’acqua in eccesso: pozzanghera, putrefazione.
  • Identificare la carenza idrica: crescita lenta, foglie e steli secchi.

Quali esigenze di irrigazione ha kiri?

Come tutti gli alberi, il kiri ha bisogno di acqua per potersi mantenere e svilupparsi. Tuttavia, è proprio durante i primi anni della sua vita che i suoi fabbisogni idrici sono più decisivi .

Per questo motivo si raccomanda che le irrigazioni siano abbastanza frequenti, con sosta ogni due settimane. Tuttavia, dovrai prestare attenzione ai segnali che indicano che la pianta ha bisogno di acqua durante questo periodo.

Una volta raggiunta l’età adulta, il kiri è un albero che resiste molto bene alla siccità , quindi non sarà necessario annaffiare così spesso. È fondamentale non annaffiare mai quando il sole è alto, poiché può essere dannoso per la pianta.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione nel kiri?

Come abbiamo già indicato, l’albero si comporta in modo diverso tra i suoi primi anni di vita e la sua fase adulta, quindi i segni di secchezza saranno diversi.

Durante i suoi primi anni, quando la pianta richiede più acqua, si noterà che lo stelo perderà forza e le foglie saranno opache .

Questo è un segno che hanno bisogno di annaffiare, anche se non è l’unico modo per dirlo. Un altro modo per determinare la mancanza di acqua è dalle radici, che diventano sottili e fragili, alcune possono atrofizzarsi.

A tutto questo si può aggiungere che il terreno in cui si trova diventerà duro e secco, impedendo il corretto sviluppo dell’albero. Allo stesso modo, durante la sua età adulta, il kiri diventa un albero forte e molto resistente alla siccità, rendendo i segnali molto scarsi.

In generale, se si resta a lungo senza acqua, si possono vedere foglie spente e steli molto più fragili del normale .

Quanto spesso dovremmo innaffiare il kiri?

I primi anni di vita è necessario annaffiarlo una volta ogni due settimane, mentre da adulto può avere un orario flessibile . Tieni presente che devi considerare le quantità di acqua che fornirai alla pianta, poiché è importante per il suo mantenimento.

Potresti fare un’irrigazione abbondante ogni 4 settimane o annaffiature moderate ogni 3 settimane, per fornire ciò di cui ha bisogno per svilupparsi. Tutto dipende dalle esigenze del terreno in cui è piantato e dal clima che gestisce il sito in questione .

Qual è il modo migliore per innaffiare il kiri?

Questo tipo di albero non ha un metodo di irrigazione ideale , poiché ha bisogno di poca acqua per mantenersi. Nonostante questo, mentre è ancora giovane, puoi usare un annaffiatoio da giardino per innaffiarlo , evitando di lasciare pozzanghere nella zona.

Una volta che è nel suo posto definitivo, cioè direttamente nel terreno, puoi usare diversi metodi per annaffiarlo quando necessario.

Tieni presente che essendo un albero con una preferenza per il sole, diventa molto importante non dimenticare mai il tuo programma di irrigazione. In questo modo potrai avere il tuo albero in perfette condizioni in ogni momento.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nel kiri?

Essendo un albero di siccità, il kiri comincerà a mostrare problemi in breve tempo se ha un eccesso di acqua. Le prime indicazioni saranno grazie al terreno, che diventerà pastoso e fangoso, indicando che ha più acqua di quanta ne possa drenare.

Allo stesso modo, le radici della pianta inizieranno a marcire per l’eccesso di umidità, facendole diventare molli. Per quanto riguarda il fusto e le foglie, perderanno vitalità e forza , perché l’acqua in eccesso impedisce all’albero di essere adeguatamente nutrito.

Nei casi più gravi, lo stelo può iniziare a mostrare segni di marciume, indicativo di un grave problema di eccesso di acqua. Il kiri può essere un albero ideale da piantare quando inizi nel mondo del giardinaggio a causa delle poche cure che richiede.

Uno di questi è l’irrigazione kiri e qui hai già fatto molta strada con le informazioni precise per ottenere risultati eccellenti.

Fonti e riferimenti bibliografici

  • http://repository.humboldt.org.co/bitstream/handle/20.500.11761/34225/E1-2017-035262%20MADS.pdf?sequence=1
  • https://repositorio.inta.gob.ar/xmlui/bitstream/handle/20.500.12123/6935/INTA_CIRN_InstitutodeSuelos_Lupi_Antederos_y_cultivo_del_genero_Paulownia.pdf?sequence=1&isAllowed=y

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.