Suggerimenti

Potare un glicine: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Il glicine è una pianta rampicante in grado di produrre bellissimi fiori viola durante la stagione primaverile.

In generale è una specie molto poco esigente con cura, ma merita potature efficaci per fiorire con grande entusiasmo.

Certo, non è un compito che devi fare senza alcuna pianificazione, ma devi prendere in considerazione alcuni dati per raggiungere il successo.

Se non hai mai potato un glicine prima o vuoi conoscere i passaggi più accurati per andare avanti in sicurezza, continua a leggere questo post perché ti diremo tutto.

Perché potare un glicine?

I motivi per cui è necessaria la potatura del glicine sono fondamentalmente tre:

  1. Assicuratevi che la pianta mantenga forma e struttura , in quanto tende a crescere molto in un solo anno di attività.
  2. Ridurre il possibile impatto che alcuni parassiti o malattie possono avere sulle parti delle piante .
  3. Migliora notevolmente la quantità e la qualità delle fioriture .

Quando è meglio eseguire la potatura del glicine?

È una specie che cresce abbondantemente durante tutto l’anno. Si consiglia di effettuare due potature: una estiva e l’altra invernale .

La potatura verde dovrà essere effettuata subito dopo il periodo di fioritura è finita.

Nel caso della potatura invernale, il momento giusto è a metà di quella stagione, poiché nei prossimi giorni la produzione dei bottoni inizierà a fiorire all’inizio della primavera .

Quali strumenti dobbiamo usare per potare il glicine?

Per potare il glicine avrai bisogno di una forbice da giardinaggio a mano che ti aiuterà al massimo a liberare i rami senza creare problemi.

In alcuni casi, quando i rami hanno una trama di legno dura e spessa che sono, può essere utile affidarsi ad una sega a mano .

Entrambi gli strumenti devono essere molto affilati per garantire tagli precisi e ferite pulite. È anche obbligatorio farli passare attraverso l’alcol o il sapone per i piatti prima e dopo il lavoro per prevenire la diffusione della malattia.

Come risorse extra per la sicurezza personale è un buon piano avere un paio di guanti e occhiali protettivi a portata di mano .

Quali considerazioni dobbiamo tenere in considerazione quando potiamo il glicine?

L’anteprima del glicine da lontano ti darà un’idea molto chiara di cosa fare durante la potatura . Grazie a questo semplice accorgimento sarà più facile individuare le aree che sono in maggiore abbondanza e che necessitano di essere maggiormente lavorate.

Potrai anche stabilire qual è il risultato finale che speri di ottenere in modo che il lavoro di potatura sia orientato proprio a quello.

Come potare il glicine senza danneggiare la pianta?

Il glicine da potatura può servire a due obiettivi principali: la formazione e la manutenzione.

Potatura di formazione

La potatura di addestramento è quella che si effettua quando la pianta è giovane e si ha il compito di tutorarla affinché cresca secondo la propria pianificazione .

In questo caso è necessario definire i rami principali che saranno quelli che potranno crescere maggiormente per fungere da guide.

Quando raggiungono la dimensione corretta, si adattano alla superficie dove verrà guidato e il resto dei rami vengono rimossi.

Dai principali rami che sono stati sottoposti al tutor, verranno formati i nuovi rami e questo si ottiene solo segnalandoli.

Potatura di manutenzione

È la potatura che viene effettuata dopo che la pianta è già formata e ha iniziato i suoi cicli di produzione floreale.

Questa sarà la potatura che viene applicata due volte l’anno: una in estate e l’altra a metà inverno .

La potatura estiva dovrà essere lavorata attorno ai nuovi rami che vedete sulla pianta , contando fino a 5 nodi e tagliando in seguito.

Questa potatura prosegue più avanti in inverno , dove quegli stessi rami si riducono a 3 nodi. Questo processo aggiungerà vigore a quei rami giovani in modo che crescano vigorosi e siano in grado di produrre più fiori .

Se la pianta si distingue dallo spazio che le hai assegnato, dovrai ridurre il numero di rami in modo che sia la dimensione che desideri. Il glicine è molto adattabile intorno a questo e il suo apparato radicale rimarrà delle dimensioni che è orientato nella parte aerea.

Nel caso in cui il glicine abbia rami, fiori o foglie appassiti o secchi, è necessario asportarlo immediatamente, anche se non corrisponde alla data di potatura.

Con queste istruzioni sarai più che preparato per dare un buon amore al tuo glicine e prepararlo per la prossima fioritura. Ricorda che la potatura non è l’unica cura di cui hai bisogno per essere in perfette condizioni, ma è una delle più rilevanti e puoi implementarla da solo.

  • Potare un glicine: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.