Suggerimenti

Monstera Care: [terreno, umidità, potatura e problemi]

Che caratteristiche hanno i mostri?

Monstera è una delle piante da interno più popolari, non solo per il suo fogliame lussureggiante, ma anche per la facilità di coltivazione in casa.

Il suo nome scientifico è Monstera Deliciosa e appartiene alla famiglia delle Araceae.

Viene anche popolarmente chiamato Adam’s Rib, derivato dalla forma delle sue foglie grandi, verdissime e spezzate, come se fossero vere costole.

Ha fusti flessibili, data la sua caratteristica di arrampicatore esperto .

Ha bisogno di essere fissato su un supporto per arrampicarsi e crescere in verticale, tenendosi con radici forti, spesse, simili a fruste, capaci di attaccarsi ad alberi, muri o pali.

Ma è necessario decifrare l’ABC della loro cura, minimo ma essenziale affinché questa specie della giungla delle regioni tropicali del Messico, in Nord America, si senta a suo agio tra noi.

Indiscutibilmente, il Monstera è uno scalatore per eccellenza. Conviene quindi elargire un proprio spazio privilegiato in modo che possa crescere senza problemi, sia in un angolo del terrazzo, che nei patii e, naturalmente, in un ambiente spazioso all’interno della casa.

Se coltivata in giardino, darà bei fiori dopo tre anni di vita, tra i mesi di maggio e ottobre. Hanno la forma di una spata e di solito sono di un delicato color crema. Produce anche un frutto che si apre da solo a maturazione, rivelando una polpa dal sapore agrumato speziato, simile a un mix tra mango e ananas.

Che bisogni di terra hanno i mostri?

Un buon substrato per piante verdi, nutriente, sciolto e che drena bene è ciò che richiede Monstera per raggiungere la sua massima pienezza. Il drenaggio dell’acqua di irrigazione si ottiene con l’aiuto della perlite, che deve essere aggiunta.

Il fertilizzante è essenziale per mantenerlo sano. Concimare con una dose di buon compost ogni 15 giorni (o mensilmente) lo aiuta a crescere splendidamente.

Farlo all’inizio della primavera e alla fine dell’estate è la solita cosa. In inverno non viene stimolato perché interromperà la sua crescita vegetativa.

Come far crescere i mostri forti e vigorosi?

Una delle chiavi dell’alfabeto della cura di Monstera ha a che fare con l’illuminazione. Essendo una pianta originaria della giungla, non è abituata alla luce solare diretta, perché proviene da un luogo dove i raggi del sole vengono filtrati, addolciti dalle cime degli alberi che fanno ombra.

Ecco perché la luce non dovrebbe mai riceverla direttamente. Se ciò accade, le sue vistose foglie bruceranno fino a rovinare completamente la pianta. Si adatta perfettamente a spazi con buona luce, senza incidenza diretta, ma è anche capace di vivere in luoghi più bui. Ci si abitua ma la sua crescita rallenta.

Un altro consiglio importante è quello di dotarlo di un tutore perché si sostenga e cresca a pieno, senza male, perché essendo le sue radici aeree, è necessario fornirgli un fermo appoggio. L’uso di pali o tralicci non è un’opzione, è un obbligo nella sua coltivazione, perché cerca sempre di crescere verticalmente .

Di quale umidità ha bisogno il mostro?

Alla Monstera piace molto un ambiente umidificato, sebbene non sia indispensabile, è ampiamente consigliato utilizzare un fertilizzante idratante che lo aiuti non solo a rafforzarsi ma a mantenere le sue foglie sempre belle e a moltiplicarle più velocemente.

Un argomento di follow-up permanente è la tecnica di irrigazione. Sebbene non richieda grandi dosi giornaliere di acqua, la quantità dipenderà dalla temperatura ambiente prevalente e dalle dimensioni della pianta , perché più è grande, maggiori saranno le richieste che richiederà.

Cioè in estate basterà due irrigazioni settimanali e in inverno solo una ogni quindici giorni.

In linea di massima è in grado di resistere anche ad ambienti secchi. Qual è il segreto di una buona irrigazione? Che il substrato deve essere sempre completamente asciutto, poiché il suo principale nemico è il ristagno d’acqua, che provoca la putrefazione delle sue radici.

In climi molto caldi, gli spray possono essere applicati in piccole quantità. Dovrebbe essere fatto solo se il tempo è estremamente caldo, per essere onesti, perché è piuttosto duro . Un altro dato importante è che le lenzuola vanno sempre pulite con un panno umido per togliere la polvere e ridare loro lucentezza quando l’occasione lo richiede.

Per quanto riguarda la temperatura, è incredibile che essendo una pianta di origine tropicale resista ai climi freddi, sì, non oltre tra 0 e 5ºC. Muore se colpito dal gelo, quindi nelle regioni con inverni rigidi è preferibile tenerlo sempre in casa, dentro casa e non fuori.

È necessario potare i monstera?

Monstera tende naturalmente a perdere le foglie inferiori quando raggiunge un certo sviluppo armonico. Ciò indica che si sente felice, perché cerca di raggiungere il paradiso.

Se vogliamo stimolare la comparsa di nuovi germogli, è conveniente recidere un solo germoglio dalla punta, compresa la sua radice, per piantarlo alla base dello stesso vaso.

Quanto spesso dovremmo potare i monstera?

Quando le foglie si seccano, è necessario eseguire una potatura di mantenimento per rimuoverle con cura, evitando di danneggiarne gli steli e le radici.

Un altro consiglio di grande valore è legato alla necessità di trapiantare in un vaso più grande ogni due anni, se vogliamo godere di un monstera sempre spettacolare.

Come evitare parassiti e malattie dei mostri?

Il Monstera, sebbene forte, tende ad attirare parassiti fastidiosi come la cocciniglia , il ragno rosso e l’afide.

Woodlouse

La cocciniglia espelle macchie marroni o una pellicola biancastra un po’ appiccicosa sulle foglie della pianta, quindi è necessario agire rapidamente con l’applicazione di sapone di potassio sulla zona interessata.

Questo prodotto rimuove rapidamente la cocciniglia dalle foglie. Devi fare molte applicazioni continuamente. Con dosi spasmodiche non si ottengono buoni risultati.

Se la temperatura si stabilizza in primavera, è bene portarla in terrazza o in giardino, in un luogo ben ombreggiato. Mantenere l’acqua piovana su di esso è un ottimo modo per pulirlo e controllarlo. Ciò contribuirà a tenere a bada la fastidiosa cocciniglia.

afidi

Allo stesso modo, è invaso da afidi , intrusi neri o verdi che si attaccano alla pagina inferiore delle foglie, nonché dai boccioli più teneri di questa fedele pianta.

Tra le cause della sua comparsa vi sono i notevoli aumenti di temperatura, con la presenza di grande calore, ma anche l’eccessiva irrigazione e la mancanza di elementi nutritivi costituiscono un eccezionale terreno fertile per questo parassita così persistente nel suo potere distruttivo.

Quando invadono per lo più le foglie, generano una grande debolezza nella pianta , che perde vigore, smette di crescere e non fiorisce, poiché gli afidi estraggono tutta la linfa che possono con l’aiuto di una specie di becco che conficcano nella pianta.

Questo genera anche deformazioni nei germogli, nelle foglie e negli steli. E secernono anche una sostanza appiccicosa che attira altri insetti innocenti, come le formiche . Esistono diversi modi per combatterli, ma è sempre consigliabile consultare gli esperti.

In primavera e in estate viene solitamente applicato un insetticida appositamente indicato. Ma se l’infestazione non è grande, tutte le sue foglie possono essere lavate con un insetticida o un sapone di potassio .

Un’altra soluzione è quella di applicare prodotti di origine organica, come un infuso a base di ortica. Oppure esercita un controllo naturale introducendo vespe, coccinelle, i tuoi fedeli nemici.

Acaro del ragno o acaro del ragno

È il colpevole di una pigmentazione gialla nelle foglie. Appare quando l’umidità ambientale è molto bassa. Sono acari che colpiscono molti tipi diversi di colture orticole e piante ornamentali e formano colonie nella parte inferiore delle foglie, sebbene possano diffondersi in tutta la pianta. L’uso del sapone di potassio è appena visibile per prevenirne la diffusione.

Forse ti interessano anche:
  • Prune Monsteras: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.