Funghi

Dedalo quercina

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo in sessile che può raggiungere i 20 cm di lunghezza per 5 o più di spessore, aperto a ventaglio dal tronco dell’albero, perenne. La superficie è inizialmente bianca, ma col tempo diventa ocra o marrone grigiastro, con poca o nessuna zonizzazione. Di solito ha un pelo al tatto che è più lungo verso la base, mentre verso il bordo è di solito meno evidente. Il bordo è di solito abbastanza regolare.

Imenio senza placche o tubi, ha solo una sorta di pori labirintici con pareti molto spesse che gli conferiscono un aspetto particolare. Sono di colore ocra pallido.

Piede inesistente, è attaccato direttamente al legno.

Carne dura e coriacea come il legno dell’albero, grigiastra e inodore.

Habitat:

È una specie molto comune che compare in qualsiasi periodo dell’anno, sempre attaccata a tronchi di alberi decidui morti o vivi.

Commenti:

Non è commestibile perché la sua carne ha una consistenza simile a quella del legno. Questa specie, unica nel suo genere, si comporta in modo parassitario o saprofita, rispettivamente, su alberi feriti o morti. Riteniamo che sia molto difficile confonderlo con un’altra specie a causa dei suoi pori labirintici, altre specie simili hanno pori piccoli.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Rovere Dedalo, Haritz ardagai.
  • Sinonimo:
    Trametes quercina (L..) Pil.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Poriales
  • La famiglia:
    Coriolaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.