Funghi

Helvella leucomelaena

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Piccolo cappello, raggiunge i 2 o 3 cm di altezza e ha un diametro di circa 3 o 4 cm, con una forma a coppa durante gran parte del suo sviluppo, si sta aprendo gradualmente fino ad appiattirsi a maturità. La superficie esterna è liscia e biancastra o cremosa negli esemplari giovani, anche se con il tempo si scurisce fino a raggiungere toni grigi scuri dal bordo. Bordo liscio e diritto da giovane e poi irregolarmente seghettato.

Imenio situato nella parte interna del carpoforo, che si scurisce fino a diventare quasi bruno nerastro nell’ultima fase del suo sviluppo.

Piede biancastro molto corto, solcato longitudinalmente da alcune pieghe che possono formare cavità, e che si estendono a malapena verso il cappello.

Carne sottile, bianca, fragile come la maggior parte degli Helvella. Odore debole e sapore dolce e delicato.

Habitat:

È una specie che esce a fine inverno, ma soprattutto in primavera, in gruppi più o meno numerosi. Il suo habitat preferito è la pineta, anche se si trova anche sotto altre conifere. È un fungo raro.

Commenti:

È un fungo apprezzato come commestibile in alcune zone della nostra geografia, essendo comunque tossico nel grezzo, come tutti i suoi congeneri. C’è la convinzione in quei luoghi che il falso pucheruelo (Helvella acetabulum) sia molto tossico mentre questo non lo è, cioè totalmente falso, la tossicità di entrambe le specie è identica. Se più tossica e pericolosa è la Sarcosphaera coronarica, che compare anche in primavera nelle grandi foreste di pini lilla imenici e senza piedi.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Pucheruelo, cassoleta, kaliza zuri-beltz.
  • Sinonimo:
    Paxina leucomelaena (Pers.) Kuntze

Tassonomia:

  • Divisione:
    Ascomycota
  • Suddivisione:
    Ascomicotina
  • Classe:
    Himenoascomiceti
  • Sottoclasse:
    Pezizomycetidae
  • Ordine:
    Pezizales
  • La famiglia:
    Helvellaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.