Piante

Potare un albero di limoni: come e quando farlo

Il Citrus limonum, comunemente chiamato albero di limoni, è un albero che non è praticamente sconosciuto a nessuno. Si tratta di un albero da frutto perenne della famiglia degli agrumi, e quello che non tutti sanno è che questa pianta dai frutti aspri proviene dall’Asia, ed era sconosciuta a Greci e Romani. Sono stati i musulmani a portarlo nella penisola iberica, ed è qui per restare.

Oggi è comune vedere alberi di limoni nei giardini e anche sui terrazzi, poiché questi alberi da frutto possono crescere in vasi di dimensioni sufficienti. In questo articolo di EcologíaVerde ci concentreremo su quando e come potare un albero di limoni, poiché, come la maggior parte degli agrumi, richiede una potatura regolare per mantenerlo in perfetta forma.

Quando potare un albero di limoni

Il limone ha bisogno di una potatura annuale per essere in uno stato ottimale di salute e produzione, poiché è meglio pulire l’albero in modo che concentri linfa ed energia nei suoi rami principali invece di disperderli in troppi rami secondari.

Si consiglia di effettuare questa potatura prima che inizi a produrre i limoni o quando è finita, cioè tra gennaio e febbraio da fare prima di dare i suoi frutti, oppure tra giugno e luglio se si preferisce farla più tardi.

Come potare un albero di limoni

Una volta che sai quando potare un albero di limoni, ti spieghiamo come farlo nel modo giusto. Per farlo correttamente, segui questi semplici passaggi per potare un albero di limoni:

  1. Avrai bisogno di cesoie abbastanza grandi da tagliare in modo netto i rami del tuo albero di limoni. Inoltre, è molto importante sterilizzarli adeguatamente prima di iniziare a lavorare, per evitare che l’albero subisca attacchi o infezioni nelle sue aree potate.
  2. Seleziona i rami più spessi che formeranno la struttura principale dell’albero. È necessario dare al limone la forma adeguata nelle sue prime fasi di crescita, quindi potare i rami che si incroceranno con gli altri e dare all’albero un giusto equilibrio tra i suoi rami su ciascun lato del tronco, in modo che il il peso della tazza non è inclinato.
  3. Pota i rami più bassi che non riceveranno luce adeguata a causa della loro posizione in modo che quelli più alti e meglio posizionati ricevano più energia.
  4. Potare i rami secondari o deboli che non fanno parte della struttura principale o che ostacoleranno la crescita di quelli principali. Se si tratta di tagliare i rami principali e sono ben orientati, lasciarli lunghi circa 20 cm. Potare il resto della base, soprattutto se rimuoveranno la luce o si intersecheranno con rami importanti.

Altri consigli per potare un albero di limoni

Questi sono i 4 passaggi fondamentali da seguire ogni anno quando si pota un albero di limoni. Tuttavia, ci sono alcuni dettagli aggiuntivi che è importante notare. Segui anche questi suggerimenti per la potatura degli alberi di limoni:

  • Non potare mai il tuo albero di limone prima che abbia 3 anni. Un albero di limoni di meno di 3 anni è ancora troppo giovane e fragile e una tale potatura precoce farebbe più male che bene all’albero. Aspetta tre stagioni prima della prima potatura.
  • Se vuoi che il tuo albero produca limoni forti e grandi, molti consigliano di tagliare i primi frutti e i fiori che l’albero di limone produce ogni anno. In questo modo si stimola la produzione di più frutti e si ottiene una maggiore quantità e qualità di frutti.
  • Infine, la potatura di un albero di limone adulto sarà tanto più leggera quanto migliori saranno le condizioni dell’albero stesso. Solo i limoni deboli o malati richiedono una potatura molto aggressiva.

Inoltre, per prendertene cura al meglio, ti consigliamo di leggere questo altro post di EcologíaVerde su Come avere un albero di limoni senza parassiti.

Come fare talee di limone e piantarle – riproduzione

La riproduzione dell’albero di limone può essere effettuata anche per talea, anche se è consigliabile seguire una serie di indicazioni per massimizzare le possibilità di sopravvivenza della nuova talea. Ecco come devi prendere le talee di limone e piantarle in modo che prosperino:

  1. Seleziona il ramo della talea. È meglio selezionare i rami giovani dell’ultima stagione che sono stati tagliati a circa 45 gradi di inclinazione. In molti casi serviranno i rami potati dopo che l’albero di limone porta frutto, potendo scegliere qualsiasi ramo fine o pollone di circa 20 centimetri. Se non hai nessuno di questi, puoi usare rami più grandi e più vecchi, anche se probabilmente impiegheranno più tempo a dare frutti.
  2. Rimuovi la maggior parte delle foglie dal taglio tranne tre o quattro nella parte superiore.
  3. Lavare bene il taglio e lasciarlo in ammollo nell’ormone radicante per circa 15-30 minuti. Puoi acquistarlo in qualsiasi negozio di giardinaggio o realizzarlo da solo con una varietà di prodotti comuni, evitando così l’uso di sostanze chimiche sulla tua pianta. Qui spieghiamo come fare il rooting naturale.
  4. Metti la talea in una pentola con un substrato adatto. Per gli agrumi, è comune utilizzare un substrato di guscio di cocco, che aiuta a mantenere un adeguato livello di umidità.
  5. Infine, posiziona il vaso da qualche parte in semi-ombra, dove riceve luce naturale ma mai direttamente.

Vi diciamo molto di più in questo altro articolo su Come e quando potare gli alberi da frutto.

Se desideri leggere altri articoli simili a Potare un albero di limoni: come e quando farlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.