Suggerimenti

Come misurare il pH del terreno

Molte piante hanno dei requisiti specifici per quanto riguarda l’acidità o l’alcalinità del terreno in cui si trovano, quindi è normale che, quando si consulta la cura di alcune piante, vediamo cose come «richiede terreni acidi» o determinati requisiti di pH. Per questo motivo è necessario sapere come misurare il pH del terreno in casa ed essere in grado di modificarlo in caso di problemi di pH del terreno.

Tutto questo ti suona molto complicato? Non preoccuparti e unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde, vedrai che misurare e modificare il pH della terra è alla portata di tutti.

Perché è importante misurare il pH del terreno?

Il pH segna, come abbiamo appena accennato, il livello di acidità o alcalinità del tuo terreno, quindi è molto importante sapere cosa puoi o non puoi coltivare in esso. Il terreno tende ad avere un pH vicino al neutro, ma la composizione naturale di alcuni suoli può renderlo più acido o alcalino, così come alcune tecniche di coltivazione o l’uso di alcuni fertilizzanti o sostanze.

Senza un pH adeguato, i microrganismi benefici nel terreno non saranno in grado di sostenersi, né le piante assorbiranno i nutrienti di cui hanno bisogno. In questo caso sono note le cosiddette piante acidofile, come ortensie, gardenie, azalee e camelie, tra le altre. Queste piante non possono svilupparsi adeguatamente in terreni a basso pH, soffrendo di clorosi in terreni alcalini a causa dell’incapacità di assorbire i nutrienti.

Come misurare il pH del suolo a casa?

Per misurare il pH del terreno in casa è necessario seguire questi passaggi:

  1. Acquista le strisce pH, che puoi trovare facilmente in qualsiasi ferramenta o grande supermercato, oppure acquistalo anche online su grandi piattaforme senza alcuna difficoltà.
  2. Avrai bisogno anche di acqua distillata, che deve essere distillata a causa del suo pH neutro di 7. Se è acqua di rubinetto o acqua minerale, il risultato del test non sarà valido, poiché l’acqua la altererebbe. L’acqua distillata può essere acquistata senza problemi anche nei negozi di ferramenta, supermercati e grandi magazzini.
  3. Fatto ciò, non resta che prelevare il campione di terreno da cui si vuole misurare il pH, che non si può prelevare a caso, poiché il terreno può subire alterazioni in determinati punti. Dividi l’area del terreno di cui vuoi misurare il pH in circa 10 appezzamenti e preleva un campione da ciascuna di queste aree, tutte della stessa dimensione. Si consiglia di non prelevare il campione dalla superficie, ma da una profondità compresa tra 10 e 45 cm.
  4. Quindi mescolarli con acqua distillata, tanto peso in acqua quanto il peso del campione, mescolarli bene e lasciar riposare i campioni per un paio d’ore.
  5. Fatto ciò, non resta che immergere la striscia nell’acqua del contenitore e questa assumerà il colore corrispondente al pH del terreno, che dovrete confrontare con la guida fornita con le strisce.

Un altro metodo più impreciso ma più veloce per misurare il pH del suolo consiste nell’usare l’aceto. Per misurare il pH del terreno con l’aceto. Basta aggiungere l’aceto al campione di terreno e controllare se compaiono o meno bolle. Se ci sono significa che il terreno è alcalino, cioè che il suo pH è maggiore di 7.

Come abbassare il pH del terreno

Se hai bisogno di sapere come abbassare il pH del terreno in casa, il più comune è aggiungere solfato di alluminio al terreno. Questo ottiene effetti immediati sul suo livello di acidità o alcalinità e, se non esageri con le quantità, non ha alcun effetto importante sulle piante. Certo, è molto importante che tu lo faccia nelle giuste quantità, perché se lo superi innescherà il livello di acidità del terreno, rendendolo inadatto a qualsiasi tipo di coltura.

Se quello che vuoi è sapere come abbassare il pH del terreno in orticoltura, ad esempio perché hai deciso di avviare un orto, la cosa più comune se vuoi fare il meglio possibile e senza fretta, è aggiungere zolfo o materia organica. Questo metodo richiede pianificazione perché ci vogliono diversi mesi per ottenere l’effetto. Solitamente è normale utilizzare tra mezzo chilo e un chilo di zolfo per metro quadrato e rimisurare il pH tra 3 e 6 mesi dopo la sua applicazione. Se non basta, l’anno successivo si può aggiungere nuovamente zolfo. Qui puoi saperne di più sullo Zolfo per le piante: benefici e come applicarlo.

Come aumentare il pH del terreno

Se si tratta di come correggere il pH acido del terreno, quello che devi sapere è come aumentare il pH del terreno a casa. Segui questi suggerimenti:

  • In questo caso, il più comune è utilizzare calcare macinato, che deve essere mescolato al terriccio spargendolo.
  • Aumentare il pH del terreno può essere difficile, ma un altro metodo ricorrente, a volte non intenzionale, è l’irrigazione con acqua dura o ricca di calcare, come l’acqua del rubinetto in molti luoghi. Quest’acqua finisce per aumentare il pH del terreno, motivo per cui le piante acidofile non possono essere irrigate con acqua corrente. Annaffiare in questo modo è un altro modo per alzare il pH del terreno, infatti uno dei più semplici e confortevoli.
  • La materia organica acida, come la terra bionda, serve anche ad acidificare i terreni, o il comune letame, che fertilizza oltre ad aumentare il pH.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come misurare il pH del terreno, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.