Suggerimenti

Come radicare le talee

Uno dei modi migliori per moltiplicare un gran numero di specie vegetali è attraverso talee. È molto più veloce della moltiplicazione per seme poiché, una volta radicata la talea, continua a svilupparsi dalle dimensioni di una piantina con settimane o mesi di crescita, e garantisce anche che abbiamo un esemplare adulto che sarà una copia genetica di la pianta madre, con tutti i suoi punti di forza e salute.

Tuttavia, sapere come radicare una talea non è sempre facile. Alcune piante hanno una grande facilità per questo, mentre altre richiedono cure molto più specifiche affinché il taglio abbia successo e cresca. Se vuoi imparare a radicare le talee, continua a leggerci in questo articolo di EcologíaVerde in cui ti insegniamo le migliori tecniche.

Ormone radicante fatto in casa per talee

Una delle risorse più utilizzate quando cerchiamo ciò che aiuta a radicare le talee è l’ormone radicante. Si tratta di prodotti che stimolano la capacità di crescita delle radici della pianta, facilitando e accelerando la radicazione della talea.

Puoi acquistare l’ormone radicante nella maggior parte dei negozi di giardinaggio ma, come sempre, qui ti consigliamo di seguire la strada più ecologica e creare il tuo ormone radicante fatto in casa con prodotti naturali. È molto facile, e l’unica cosa di cui hai bisogno è un po’ di accortezza per poterlo fare prima di prendere il taglio della pianta. Quando si tratta di come radicare velocemente, gli ormoni vegetali che cerchiamo sono le auxine. Questi si trovano in un gran numero di legumi germogliati e cereali, quindi è molto facile prepararli con lenticchie, semi di soia, ceci e una moltitudine di specie.

Passaggi per produrre l’ormone radicante

  1. Preparare le verdure a germogliare. Il più comune è usare ceci, lenticchie o soia. Preparare una parte di legumi ogni quattro parti di acqua, e immergerli in un recipiente che dovrete poi coprire, con un coperchio o con un canovaccio.
  2. Tenere il contenitore al riparo dalla luce, quest’ultima è molto importante.
  3. Dopo circa tre o quattro giorni, i fagioli dovrebbero essere per lo più germogliati.
  4. Questo è il momento migliore per schiacciarli insieme all’acqua in cui sono germogliati, assicurandosi dopo aver scolato e filtrato il composto, che sarà il nostro ormone radicante fatto in casa ricco di auxina.
  5. Diluisci il concentrato in nove parti di acqua per ogni parte di ormone e avrai il tuo ormone pronto.

Come usare l’ormone radicante

Puoi usare l’ormone radicante in due modi:

  • Il primo consiste nel, una volta che le talee sono pronte per essere piantate, immergerle per un’ora nella miscela con le auxine. Quindi, toglieteli dal contenitore e piantateli normalmente nei loro vasi o nel terreno, poiché imbevuti così com’erano, avranno assorbito l’effetto del preparato.
  • Il secondo è piantare le talee normalmente e utilizzare l’ormone diluito per annaffiare le piante con esso. Il bello di questo metodo è che ha un effetto più lungo, ma richiede un regolare ormone radicante, poiché la miscela può essere conservata in frigorifero solo per circa 15 giorni, dopodiché perde i suoi effetti benefici.

Qui ti diciamo di più su Come eseguire il rooting naturale.

asciugare le talee

Alcune piante hanno bisogno che le loro talee passino attraverso un processo di essiccazione e la chiusura delle ferite prima di poter essere ripiantate. Si presenta spesso con piante carnose, come succulente o succulente.

Quando tagliate una talea di una di queste specie, lasciatela avvolta in carta assorbente e in un angolo asciutto e buio per un periodo di tempo compreso tra 3 e 6 giorni, a seconda della specie. Alcune piante possono raggrinzirsi e perdere molto volume durante questa essiccazione, ma questo è un effetto normale e, se il processo di taglio va bene, si riprenderanno non appena attecchiranno e riassorbiranno l’acqua persa. Se ciò non viene fatto, la ferita aperta può essere una via di ingresso di funghi e malattie per la pianta, qualcosa di molto pericoloso.

Radica le talee in acqua

Un altro metodo molto semplice e utile con molte specie è quello di radicare le talee in acqua. Basta immergere la parte inferiore del taglio in acqua pulita a temperatura ambiente o leggermente tiepida e attendere che appaiano le radici. Si consiglia di cambiare l’acqua ogni 48 ore circa per evitare la comparsa di funghi o altri problemi.

Ambiente adatto per la radicazione delle talee

Dare alla pianta da tagliare un ambiente adatto è tanto necessario quanto applicare l’ormone radicante o lasciare che il taglio chiuda la ferita. Una volta effettuato il taglio, è fondamentale che la pianta abbia tre pilastri fondamentali: calore, luce e umidità.

Mettere le talee in una zona illuminata, dove la temperatura non sia troppo bassa e con un’adeguata umidità ambientale, sempre senza inondare di rischi. È comune coprire le talee con bottiglie o contenitori di plastica, che aiutano a mantenere l’umidità del suolo e a mantenere la temperatura.

Quanto tempo impiegano le talee a radicare?

Il tempo necessario per radicare ogni pianta dipende dalla specie e dalle condizioni ambientali, ma se tutto va bene, qualsiasi talea avrà radicato in meno di 15 giorni, anche se alcuni lo fanno molto più velocemente. Se dopo due settimane il tuo taglio non mantiene ancora le sue radici, molto probabilmente il processo è fallito e dovrai ricominciare da capo.

Ora ti consigliamo di leggere queste guide su come realizzare talee di diverse piante che sono molto comuni nelle case:

Se desideri leggere altri articoli simili a Come radicare talee, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.