Suggerimenti

Irrigazione di felci: [necessità, frequenza e procedura]

Le felci sono piante decorative molto belle da tenere in casa e richiedono poche cure.

L’irrigazione delle felci è uno dei compiti che devi considerare con il massimo impegno perché amano molto l’umidità, sia del substrato che dell’ambiente.

Seguire la procedura corretta ti aiuterà a garantire che i tuoi cavalli siano in condizioni ottimali e ti porti solo felicità. E come puoi ottenere questo risultato? Più facile di quanto pensi, segui i consigli che ti forniremo di seguito.

Punti importanti quando si innaffiano le felci:
  • Frequenza di irrigazione: giornaliera nei giorni più caldi e una o due volte a settimana nella stagione fredda.
  • Metodo di irrigazione: con un annaffiatoio e aggiungendo un piatto sotto il vaso per l’umidità.
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: la mattina presto.
  • Identificare l’acqua in eccesso: foglie giovani che marciscono e una pianta generalmente indebolita, forse morente.
  • Identificare la mancanza d’acqua: foglie che ingialliscono o che appaiono macchie marroni e cadono dalla pianta.

Che esigenze di irrigazione hanno le felci?

Le felci provengono naturalmente da ambienti ricchi di umidità , quindi è una delle condizioni che devono essere replicate nell’ambiente in cui si trovano. Per ottenere ciò, l’irrigazione deve essere frequente e l’umidità ambientale adeguata, sempre basata su un substrato ben drenato.

Sarà anche necessario utilizzare gli spray sulle foglie nelle giornate molto calde per dargli un maggiore comfort.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione nelle felci?

Quando una felce non riceve abbastanza umidità, il maggiore impatto sarà sulle foglie, che inizieranno a perdere il loro caratteristico colore verde.

In alcuni casi, le foglie diventeranno gialle, mentre in altri casi appariranno inevitabilmente macchie marroni.

Tuttavia, in entrambi i casi, la cosa più preoccupante è che finiscano per cadere, o che rimangano attaccati alla pianta ma senza forza o che ci sia una defogliazione.

La soluzione qui è semplice, dovrai solo applicare annaffiature più frequenti o aumentare un po’ la quantità di acqua se questo non è sufficiente.

Quanto spesso dobbiamo innaffiare le felci?

Le felci dovrebbero essere annaffiate giornalmente nei giorni caldi dell’anno per mantenere il substrato adeguatamente inumidito. È molto importante che il terreno dove sono piantati non si secchi mai perché causerà sofferenza alla struttura.

L’idea è di applicare annaffiature molto frequenti, anche due volte al giorno se la temperatura è molto alta, ma con moderate quantità d’acqua. Nelle giornate invernali , questa necessità di irrigazione diminuirà fino a una o due volte alla settimana , a seconda delle condizioni particolari.

Qual è il modo migliore per innaffiare le felci?

L’irrigazione della felce può essere applicata con un annaffiatoio in quanto fornirà una quantità d’acqua adeguata. Qui è importante non fare pozzanghere, ma fornire una discreta quantità di liquido che aiuti a mantenere il substrato sempre ben umido.

Inoltre è necessario mantenere l’ambiente con un buon livello di umidità e, per questo, posizionare un piatto con acqua sotto la pentola è la soluzione più appropriata .

Assicurati che ci sia una divisione tra il fondo della pentola e l’acqua in modo che le radici non affoghino nel liquido in eccesso. Un buon modo per raggiungere questo obiettivo è posizionare alcuni ciottoli che raggiungano la separazione richiesta.

Ricordati di cambiare spesso quest’acqua per evitare lo sviluppo di microrganismi che influiscono sulla salute della felce. Un altro punto importante è l’irrorazione delle foglie, che darà un livello di umidità più alto che la felce apprezzerà.

Questo compito dovrà essere svolto solo in ambienti molto secchi durante tutto l’anno o quando le temperature sono molto elevate. L’idea è che con uno spruzzatore si somministra una quantità minima alle foglie, facendo attenzione che non colpisca la luce solare diretta per evitare scottature.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nelle felci?

Quando la quantità di acqua è molto superiore a quella che le felci sono in grado di sostenere, la pianta emetterà un allarme sulle sue foglie più giovani . Questi avranno la tendenza a marcire , quindi l’aspetto della felce sarà compromesso e anche la sua salute.

Dovresti controllare se la quantità di acqua è eccessiva, anche se probabilmente è anche a causa di un substrato mal drenato. In ogni caso, dovrai agire rapidamente perché se rimane a lungo così, la pianta potrebbe morire.

L’acqua più favorevole per annaffiare le felci è la pioggia a temperatura ambiente. Se non lo hai a disposizione, cerca di renderlo almeno privo di impurità e acqua a basso contenuto di calcare. Con tutte queste cure in termini di irrigazione, le tue felci appariranno sempre fresche e radiose.

Fonti e riferimenti bibliografici

  • https://www.researchgate.net/profile/Reinaldo_Pire/publication/265598910_Efecto_de_la_lamina_de_riego_y_tipos_de_sustrato_sobre_el_crecimiento_del_helecho_cuero_Rumohra_adiantiformis_G_Forst_Ching_en_Cabudare_Venezuela/links/5414c53c0cf2fa878ad3ec03/Efecto-de-la-lamina-de-riego-y-tipos-de-sustrato-sobre-el-crecimiento-del- cuoio-felce-Rumohra-adiantiformis-G-Forst-Ching-en-Cabudare-Venezuela.pdf
  • https://botanicaargentina.org.ar/wp-content/uploads/2018/09/145-150008.pdf
  • https://www.researchgate.net/profile/Pilar_Vela/publication/267300933_Metodo_rapido_para_la_propagacion_de_helechos_ornamentales/links/57f4b7c608ae280dd0b7fa73.pdf
  • https://www.researchgate.net/profile/Karolina_Riano/publication/267694323_Botanica_na_America_Latina_ECOFISIOLOGIA_DE_HELECHOS_DEL_BOSQUE_NUBLADO/links/5457c6e30cf2cf5164821e91-America-UBISQUEIOLOGina-Botanica

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.