Suggerimenti

Quali malattie e parassiti attaccano il mango?: [Identificali e trattali]

Affinché un albero non subisca danni, è necessario conoscere sia le malattie che i parassiti del mango e gli altri che corrispondono.

Nel seguente articolo analizziamo come identificare questi parassiti e malattie che possono colpire i manghi e, soprattutto, come trattarli.

  

oidio

Tra le malattie che più frequentemente attaccano gli alberi da frutto c’è l’ oidio .

La sua azione produce delle macchie bianche sulle foglie che poi si trasformano in macchie violacee , ponendo fine alla loro vita.

Nel caso dei fiori , si verifica un’azione simile, impedendo loro di germogliare e facendoli cadere prima del tempo.

Quando cadono sono anche viola.

Se attacca i frutti, l’ oidio può farli cadere prima di aver completato il loro ciclo , essendo impossibili da consumare.

  

Trattamento per l’oidio su mango

Il trattamento più efficace in questo caso è l’utilizzo di fungicidi a base di zolfo .

Può essere applicato in versione bagnata o in polvere, a seconda delle condizioni del luogo di semina.

Per garantire che l’applicazione svolga un lavoro migliore, è meglio eseguirla nei giorni senza molto sole e con un po’ di umidità nell’ambiente.

Necrosi apicale del mango

La necrosi apicale del mango è una malattia che danneggia varie zone della pianta, senza raggiungere il frutto .

In ogni area interessata genera un effetto diverso, quindi vale la pena riconoscerli separatamente:

  • Sulle foglie produce macchie che vanno dal giallo al marrone, che si trovano nella zona centrale.
  • Nelle gemme fa sì che le punte perdano il loro tessuto e diventino morbide e viscide .
  • Negli steli compaiono anche delle macchie ma le più notevoli sono gli essudati generati in bianco sporco.

Tuttavia, va tenuto presente che lo sviluppo della malattia si verifica durante i periodi freddi e umidi.

Ma, sebbene la primavera e l’estate non influenzino così fortemente, ciò non significa che non ci sia.

  

Trattamento della necrosi apicale del mango

Uno dei trattamenti che aiutano a controllare la diffusione della malattia in aree sane è la potatura accurata.

Ma sono utili anche i trattamenti chimici a base di ossicloruro di rame , soprattutto per prevenire l’insorgenza della malattia.

antracnosi

L’antracnosi è una malattia in grado di danneggiare qualsiasi parte dell’albero e, quel che è peggio: i batteri possono rimanere in vita tutto l’anno.

La sua manifestazione avviene attraverso i frutti, producendo macchie brune quando sono ancora immaturi.

Tuttavia, quando inizia il processo di maturazione, lo sviluppo della malattia diventa più latente.

È anche possibile notare gli effetti negativi che ha prodotto dopo la raccolta, rendendolo una delle malattie più complesse del mango.

In alcuni casi le macchie interessano solo lo strato superficiale del frutto, ma in altri raggiunge la polpa, scurindola.

Trattamento dell’antracnosi nel mango

Il trattamento per i casi di antracnosi è complesso a causa del suo sistema di lavoro.

In primo luogo, l’ideale è attaccare la malattia con l’uso di fungicidi direttamente sulle piante colpite.

Successivamente, viene promosso l’uso di fungicidi ecologici per la conservazione durante il periodo di raccolta e commercializzazione.

A volte l’uso di queste azioni gli impedisce di diventare più forte.

  

Proliferazione dei germogli

La parte buona della proliferazione dei germogli è che è considerata rara, la parte negativa è che colpisce i germogli.

Questa affettazione è evidenziata dall’emergere di piccoli germogli nella struttura che finiscono per danneggiare l’aspetto della pianta e la sua capacità di prosperare.

Sebbene ci possano essere casi di proliferazione dei germogli che si verificano negli alberi adulti, la cosa più normale è che si verificano in piante ancora giovani.

Trattamento per la proliferazione dei germogli di mango

Il trattamento della proliferazione dei germogli è abbastanza semplice, basta rimuovere le aree in cui i germogli sono mal formati.

Le gemme dovrebbero essere incluse sia per scopi vegetativi che per la produzione di fiori.

Per evitare che le piante subiscano una seconda esperienza di proliferazione dei germogli, i resti della potatura devono essere completamente rimossi.

Gli alberi di mango tendono ad essere molto redditizi nei periodi di raccolta e sono forti in presenza di malattie.

Tutto, comunque, si baserà sulla buona cura che viene prestata soprattutto nei periodi in cui le temperature si fanno più calde.

  

Woodlouse

Il suo danneggiamento si verifica sia nel tronco che nelle foglie e nei frutti ; Inoltre, essi hanno origine una melassa sui colpite parti che favorisce l’attacco di diversi funghi . I frutti possono subire scolorimenti che ne svalutano la qualità.

È uno dei parassiti più difficili da controllare poiché il suo corpo è ricoperto da escrescenze cerose bianche e i trattamenti chimici non hanno molto successo. 

Tuttavia, il controllo biologico può essere effettuato da nemici naturali, come Cryptolaemus montrouzieri , un predatore di questo tipo di insetti.

Il rilascio viene effettuato quindici giorni dopo l’eventuale trattamento , periodicamente in primavera o all’inizio dell’estate .

Mosca della frutta

Sono uno dei peggiori nemici del mango.

Quasi tutti i paesi produttori di mango sono attaccati da una o più specie di moscerini della frutta .

Ad esempio: Dacus ferrugineus, in India; Dacus dorsalis, nelle Filippine; Ceratitis capitata , nei paesi caraibici e mediterranei; Ceratite rosa in Sud Africa, ecc.

Le femmine depositano le uova nella polpa del frutto, provocando maturazione prematura e imminente marciume .

Per il suo controllo è efficace l’uso di trappole a feromoni sintetiche per attirare gli esemplari adulti prima che depongano le uova nelle piante.

  

falene dei fiori

Ne esistono di due tipi, a seconda della varietà di mango: Prays citri , per manghi e agrumi , e Cryptoblabes gnidiella che attacca diversi tipi di alberi, tra cui la vite , il mandorlo , il pesco e, ovviamente, il mango.

I bruchi di entrambe le specie attaccano i fiori, divorandone i petali e gli stami, e rosicchiando le ovaie con conseguente distruzione dei frutti.

Per il suo controllo, trappole luminose possono essere usate e Bacillus thuringiensis possono essere utilizzati.

Mango secco

È una malattia causata dal fungo Ceratocystis fimbriata e può causare la morte dell’albero. I sintomi compaiono nella parte aerea con avvizzimento e morte delle foglie.

Per controllare la malattia si consiglia di effettuare potature pulite e bruciare rami appassiti.

Riferimenti e bibliografia

  • http://www.agrocabildo.org/publica/Publicaciones/subt_134_D_Mango07.pdf
  • http://herbariofitopatologia.agro.uba.ar/?page_id=1011
  • Funghi endofiti nelle piantagioni di mango ‘Haden’ nella pianura di Maracaibo, Venezuela
  • https://www.mag.go.cr/rev_agr/v10n01-2_217.pdf
  • Test fungicida per prevenire le malattie nel frutto del mango (Mangifera indica L.).

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.