Suggerimenti

Pianta le camelie nel tuo giardino: [dove, come e quando farlo]

 Camelia È arrivato in Europa più di 4 secoli fa , proveniente dal continente asiatico.

Le camelie sono così fedeli all’esibizione della loro bellezza che i loro steli dalle foglie verde intenso sono in grado di fiorire anche quando incombe il periodo invernale.

Possono servire come piante ornamentali o piante d’appartamento . Puoi iscriverti per vedere come facciamo?

Punti importanti quando si piantano le camelie
  • Quando seminare?   Esistono varietà resistenti per ogni stagione dell’anno.
  • Dove farlo? Un giardino in cui la pianta non riceve la luce solare diretta è il più consigliato.
  • Come preparare il terreno? Terreno ricco di sostanze nutritive, con sostanza organica e ottimo drenaggio.
  • Come innaffiamo ? Periodicamente, in modo che il supporto non si asciughi completamente .
  • Quali associazioni ti favoriscono? Con Dalie e Gigli può essere abbinato nei prati.
  • Di quali parassiti e malattie soffre? Sono molto sensibili a funghi, malattie fungine e parassiti come afidi , tripidi e minatori fogliari .

Quando piantare le camelie?

La magia di piantare camelie ha il suo rituale . È considerato uno degli arbusti più ricercato per la semina invernale e primaverile

Sono diverse le varietà che, unite in un giardino ben curato , possono regalaci fiori multicolori bianchi , rosa , rossi e gialli  durante l’anno.

Le varietà di camelia più famose

Nei giardini di casa è molto comune vedere due tipi di Camelia:

  • Camelia giapponese: ci regala il suo splendore in inverno o all’inizio della stagione primaverile. Le sue foglie e i suoi fiori sono grandi, dai colori intensi. La sua potatura viene effettuata dopo il galleggiamento primaverile.
  • Camelia Sasanqua: i suoi fiori e le sue foglie sono più piccoli. Mostrano la loro spettacolare bellezza fiorita nella severità dell’autunno , quindi sono molto resistenti alla siccità e alle malattie . La sua potatura viene effettuata prima della fioritura primaverile e necessita di rimuovere le foglie secche per darle più vitalità e un po’ di fertilizzante dopo ogni periodo di fioritura.

Ma quali?  il momento giusto per piantare le camelie ?

Bene, non dovresti perdere tempo con loro, perché sono così versatili che  ci sono varietà per ogni stagione. 

Dove piantare le camelie?

Il cespuglio di  La camelia può raggiungere dai 2 ai 4 metri di altezza  e circa 2 metri di larghezza , quindi dobbiamo selezioniamo molto bene quello che sarà lo spazio che abbiamo predestine per il bel miracolo di vederli crescere.

Si Certamente. La chiave della sua crescita si basa su un’attenta preparazione del terreno.

Un giardino dove la pianta  non ricevere la luce solare diretta  è il più consigliato per la vostra salute durante tutto l’anno.

Nel all’ombra dei pini , le camelie cresceranno al riparo di un semi-ombra ideale. Il suo arbusto cresce lentamente, circa un piede all’anno.

Se il terreno del nostro giardino non è acido , dobbiamo seminarlo in un vaso capiente.

Esistono varietà di piccole camelie che vanno piantate in appositi contenitori.

Come preparare il terreno per la coltivazione delle camelie?

Il rituale di  preparare il terreno è essenziale.  Se vuoi avere successo, questa è la prima cosa da fare:

  • Elimina le erbacce da tutta la terra.
  • Aggiungi materia organica , sarà sufficiente circa un metro quadrato.
  • Il substrato e il compost sono fondamentali perché permettono di assorbire il ferro e in questo modo si evita la clorosi ferrica .
  • Garantire il drenaggio libero per l’intera area.
  • Necessitano di un terreno acido a tessitura porosa che permetta un ottimo drenaggio .

Come innaffiamo le camelie?

L’irrigazione è efficace quando è in funzione sotto forma di sprayma è solitamente strategico nel periodo immediatamente precedente la fioritura , perché garantirà uno spettacolo molto più produttivo a livello floreale.

Non dobbiamo mai permettere che il substrato si asciughi completamente e perché questo sia permanente, dobbiamo periodicamente innaffiare le nostre Camelie, sì, con acqua bianca, senza calcare.

Come piantiamo le camelie passo dopo passo?

Quando ci prepariamo a piantare un cespuglio di camelia, dobbiamo seguire alla lettera le seguenti istruzioni:

  1. Il buco dovrebbe essere il doppio della larghezza e della profondità della radice della pianta . Ma ricorda che le sue radici sono superficiali.
  2. Versare il composto nel foro, facendo attenzione che raggiunga il fondo.
  3. Con molta delicatezza togliete la pianta dal vaso e portatela al centro della buca , cercando di evitare che la radice si rovini.
  4. Riempi con terra, aggiungendo con cura dai lati al centro, fino a coprire completamente l’area.
  5. Assicurati che si trovi in un’area con una buona luce indiretta per crescere . Soprattutto nei periodi caldi , oa mezzogiorno, le sue foglie tendono a seccarsi se ricevono luce solare diretta.
  6. Aggiungere acqua senza inzupparsi o annegare.
  7. E quando in seguito dobbiamo applicare il fertilizzante, dobbiamo versarlo in un cerchio più ampio nell’area dell’ala gocciolante del cespuglio. Erroneamente, viene applicato attorno al tronco del cespuglio.

Per saperne di più, puoi vedere: Talee di camelia .

Quali associazioni favorevoli ha?

Lo sapevate…
Il cosiddetto genere Camellia conta da 100 a 250 specie provenienti dalle regioni tropicali e subtropicali del sud-est asiatico, della Cina e del Giappone.

Si ottengono nei boschi incastonati a mezza altezza sul livello del mare.

Fu introdotto in Europa da un monaco gesuita esperto di botanica di nome Georg Josephus Kamel , meglio conosciuto come Camellus , che li descrisse disegnandoli durante un viaggio nelle Filippine a bordo di un galeone spagnolo.

Si sono ottenuti ibridi con corolla doppia o multipla e un maggior numero di petali.  Camelia japonica  È il più conosciuto nel mondo del giardinaggio . Ne deriva la varietà Adolphe Audusson , soprattutto per la coltivazione indoor.

Dalle foglie della specie sinensis si ottiene un delizioso tè.

Alcune delle varietà più conosciute sono: Camellia ssimilis; C. brevistyla; C. crisanta; C. chekiangoleosa; C. changii; C. japonica; C. furfuracea; C. fraterna; C. Cuspidata; C. rusticana; C. connata.

Possiamo avere nel nostro giardino svariate combinazioni che ci faranno il bellissimo dono di ammirarli in splendore tutto l’anno.

Quindi se piantiamo diverse specie, avremo i colori di tutte le stagioni.

Due o tre varietà possono essere combinate per dare più attrattiva al nostro giardino.

Quali parassiti e malattie hanno le camelie?

Un avvertimento che qualcosa non va nella tua pianta di Camelia è la perdita esagerata di foglie morte, che ingialliscono, beccate o macchiate.

Perdono naturalmente le foglie più vecchie , quindi una piccola quantità di perdita di foglie è normale . Tuttavia, quando rilasciano grandi quantità di foglie morte , giallastre o macchiate , possono essere un segno di malattia.

La comparsa di acari e insetti deve essere attaccata con sapone di potassio insetticida, spray o alcool.

I funghi possono anche fare danni . Rimuovere fiori e petali caduti per il suo effetto , è fondamentale prima di applicare qualsiasi prodotto che lo sterminerà.

Infine, solitamente quando i fiori ingialliscono è perché il terreno ha un pH di acidità molto alto. È necessario fare prove del suolo per risolvere questo problema che può uccidere anche la bella Camelia.

Bibliografia e riferimenti

  • [PDF]  Presenza e distribuzione di acari eriofidi nelle  camelie  del sud della Galizia e del nord del Portogallo

  • PDF]  Caratterizzazione e identificazione delle  camelie  nell’Orto Botanico di Porto (Portogallo)

  • [PDF]  Influenza del substrato e inoculazione micorrizica sulle talee di  camelia .

  • [PDF]  Produzione di polline e germinabilità nelle  camelie  per uso ornamentale

  • [PDF]  Camelia japonica

  • [LIBRO]  Piante da  giardino

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.