Suggerimenti

Piantare talee di rose: preparazione e come farlo

Il modo più semplice ed economico per riprodurre i cespugli di rose è attraverso talee. Questa tecnica è solitamente molto utilizzata dai giardinieri dilettanti, poiché consente di ottenere varietà difficili da reperire sul mercato, e dai vivai di riprodurre rose selvatiche, che serviranno per innestare varietà più delicate.

In questo articolo di EcologíaVerde parliamo di piantare talee di rose, della loro preparazione e di come farlo con diversi metodi.

Quali gambi usare per fare le talee di rose e quando farle

Le talee sono steli o rami tagliati direttamente dal rosaio, che vengono piantati in modo da generare radici e produrre nuove piante. Per fare talee di una rosa non va bene alcun ramo troppo vecchio, quelli ideali sono i rami semimaturi con uno spessore compreso tra 6 mm e 10 mm. La dimensione ideale dei rami è compresa tra 15 cm e 20 cm di lunghezza e che abbiano qualche gemma.

I due periodi migliori per effettuare talee sono la primavera e l’autunno. Se scegliamo di fare le talee in primavera, è consigliabile scegliere rami cresciuti durante l’anno precedente che avranno un anno di vita, poiché saranno più vigorosi. Se invece facciamo le talee in autunno, sceglieremo rami di quello stesso anno e che sembrino maturi.

Vantaggi della riproduzione di un cespuglio di rose per talea

  • È un modo molto economico per ottenere nuove rose.
  • È il modo migliore per ottenere varietà di rose difficili da ottenere in altri modi.
  • La pianta generata da una talea è geneticamente identica all’originale, cioè è un clone, quindi producendole in questo modo potremo conoscere le caratteristiche che avranno.

Svantaggi della riproduzione delle rose per talea

  • I cespugli di rose prodotti in questo modo fioriscono meno copiosamente.
  • Hanno meno resistenza alla siccità e all’acqua in eccesso.
  • Hanno meno resistenza al freddo.
  • Essere più vulnerabili ai funghi.
  • avere un’emivita più breve.

Talee di rose: come prepararle

Una volta selezionato il ramo o stelo più adatto della pianta, segui questi semplici passaggi per preparare le talee di rose:

  1. Taglia la punta o la sommità del ramo con uno smusso, una barra o un taglio diagonale, appena sopra un germoglio o un germoglio.
  2. Taglia la parte inferiore del ramo orizzontalmente.
  3. Eliminate le foglie, che impediranno la traspirazione dei rami e quindi si seccano.
  4. Dovrai anche pulire i rami, anche se la tecnica può essere modificata qui. Una parte della corteccia inferiore del ramo può essere rimossa per migliorare lo sviluppo delle radici, oppure si può fare un taglio sul ramo per facilitarne la capillarità ed evitare così che si secchi. Un’altra opzione è non modificare affatto il ramo.
  5. Ma una tecnica che dovrebbe essere sempre utilizzata è l’uso degli ormoni della crescita, poiché questi aumentano le possibilità di successo delle talee. Quindi, infine, preparate le vostre talee, insieme ai materiali per piantarle secondo il metodo che scegliete, tra cui vedremo di seguito, e anche gli ormoni della crescita.

Come piantare talee di rose: metodi e passaggi

Esistono diversi metodi per riprodurre i cespugli di rose per talea. Il metodo tradizionale consiste nell’utilizzare un vaso con substrato, ma ci sono altre alternative come la coltivazione in idroponica, l’utilizzo di patate o l’utilizzo di sacchetti di plastica. Tutti questi metodi hanno in comune che le talee devono avere una temperatura compresa tra 18ºC e 21ºC, non ricevere la luce solare diretta e avere un’elevata umidità.

Talee di rose su patate

Questo metodo consiste nel preparare le talee nel solito modo, ma invece di metterle su dei paletti sul substrato, vengono infilate in una patata. Anche se questo sistema non significa che non dobbiamo piantare le talee nel substrato, garantisce un’umidità costante nella talea e che può sfruttare i nutrienti della patata. Non appena le radici escono, può essere trapiantato nel substrato o nel terreno.

Talee di rose in idroponica

In questo metodo le talee o talee dei cespugli di rose vengono poste in acqua e, mediante un taglio nella parte inferiore, si facilita la capillarità. Inoltre, avremo bisogno di tubi speciali e una preparazione di torba, vermiculite e perlite, in modo che possano assorbire facilmente l’umidità. Dobbiamo anche utilizzare gli ormoni radicanti e mantenere le giuste condizioni, come il mantenimento dell’umidità, cosa che non è difficile con questo metodo.

In questo altro articolo di EcologíaVerde ti mostriamo come realizzare una coltura idroponica fatta in casa.

Talee di rose nel substrato

Questo è il metodo tradizionale di propagazione del rosaio per talea. Consiste nel preparare un vaso con un substrato ricco di torba e posizionare le talee. Un substrato specifico può essere utilizzato per le talee. La cosa corretta è bagnare un po’ il supporto e utilizzare un agente radicante prima di posizionare il paletto. Se fa eccessivamente caldo, la pentola può essere coperta per evitare un’eccessiva sudorazione e annaffiata regolarmente. Puoi anche piantare il paletto direttamente in giardino, ma in un luogo ombreggiato.

Tagli in substrato e con sacchetti di plastica

Questa è una variante del metodo tradizionale, dove al posto dei vasi utilizziamo sacchetti di plastica, in modo da creare una specie di mini serra.

Una volta che le talee hanno radicato e hanno le prime foglie, possiamo trasferirle in un vaso più grande o in giardino. Questa tecnica di moltiplicazione offre buoni risultati, in quanto previene l’eccessiva sudorazione.

Se desideri leggere altri articoli simili a Piantare talee di rose: preparazione e come fare, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.