Suggerimenti

Rizoma: [Concetto, tipi ed esempi]

In botanica e dendrologia, un rizoma ( / ˈraɪzoʊm /, dal greco antico: rhízōma “massa radicale” , da rhizoō ) è un fusto vegetale sotterraneo modificato che trasmette radici e germogli dai suoi nodi.

I rizomi si sviluppano dai germogli ascellari e crescono orizzontalmente. Il rizoma conserva anche la capacità di consentire ai nuovi germogli di crescere verso l’alto.[3]

Un rizoma è il fusto principale della pianta .

Uno stolone è simile a un rizoma, ma uno stolone germoglia da uno stelo esistente, ha internodi lunghi e produce nuovi germogli all’estremità, come nella pianta di fragola .

In generale, i rizomi hanno internodi corti, inviano radici dal fondo dei noduli e producono nuovi germogli verso l’alto dalla parte superiore dei noduli.

Cos’è un rizoma?

In botanica, un rizoma è un fusto orizzontale di una pianta, solitamente sotterranea, dai cui nodi crescono solitamente radici e germogli.

Alcune piante con rizomi sotterranei sono lo zenzero , il luppolo e la curcuma , noti per le loro proprietà medicinali , e le infestanti sorgo di Aleppo o erba di Johnson, gramigna e coquito o cipresso.

Ci sono piante che hanno rizomi che crescono al di sopra della superficie del suolo o che vi si appoggiano, come alcune specie di iris e felci, i cui fusti espansivi sono rizomi.

I rizomi sono anche chiamati “steli sotterranei” o “steli striscianti”. D’altra parte, il rizoma è anche un concetto filosofico sviluppato dai filosofi francesi Gilles Deleuze e Félix Guattari nel Capitalism and Schizophrenia Project.

Lì, il rizoma è un modello descrittivo in cui l’ organizzazione degli elementi non segue le linee della subordinazione gerarchica, cioè presenta una base o una radice che dà origine a più rami, con uno qualsiasi degli elementi coinvolti in grado di influenzare il altro.

Quest’ultimo concetto si ispira, ovviamente, alla concezione botanica di esso.

Quali funzioni ha il rizoma?

La funzione principale del rizoma è l’immagazzinamento di sostanze nutritive, inclusi carboidrati e proteine, fino a quando la pianta non ne ha bisogno per la crescita di nuovi germogli o per sopravvivere all’inverno in un processo chiamato riproduzione vegetativa.

Gli agricoltori usano la propagazione vegetativa per propagare lateralmente piante come luppolo, zenzero e varie specie di erba.

Alcuni rizomi vengono anche mangiati o usati come condimento, come lo zenzero e la curcuma.

Che tipo di riproduzione è il rizoma?

Il rizoma è un sistema di riproduzione vegetativa comune a molte piante, come Achimenes, Canna , Zantedeschia, giglio e zenzero.

I rizomi possono essere divisi in pezzi contenenti almeno una gemma ciascuno e piantati separatamente. A seconda del tipo di ramificazione che presentano, i rizomi possono essere suddivisi in due diverse tipologie:

Rizomi definiti o simpodi

La sua crescita è definita, il che implica che la pianta originale può morire quando altre le appaiono troppo vicine.

I rizomi simpodi presentano solitamente nodi corti e spessi, essendo a loro volta in grado di immagazzinare una grande quantità di nutrienti.

Rizoma indefinito o monopodiale

La sua crescita è considerata indefinita, poiché la pianta originaria non muore mai, dando origine a un gran numero di nuove piante. Si caratterizza perché i suoi nodi sono più allungati di quelli dei rizomi definiti e nuovi nodi e rizomi vengono generati continuamente.

Com’è fatto?

Nei rizomi la propagazione avviene tagliando o dividendo il rizoma in sezioni, ognuna delle quali ha la capacità di produrre un nuovo germoglio.

Poiché il rizoma ha immagazzinato grandi quantità di sostanze nutritive e produce facilmente radici avventizie, nuove piante vengono prodotte con poca difficoltà.

Ogni sezione rimossa per la propagazione, che generalmente è composta da più internodi, deve avere un germoglio o meristema vegetativo. Generalmente la sezione del rizoma può essere trapiantata direttamente nella posizione desiderata.

Quando si trapiantano le foglie dovrebbero essere ridotte. I rizomi si dividono alla fine della stagione di crescita o prima che inizi, cioè a fine estate , autunno o all’inizio della primavera . Se la divisione viene effettuata all’inizio dell’estate, le sezioni del rizoma formano radici e si stabiliscono prima dell’inverno.

Qual è la differenza tra rizoide e radice?

Un rizoide è una struttura equivalente alla radice, presente alla base dell’alga, che serve a fissare il substrato . A differenza della radice, non viene utilizzata come organo principale per l’assorbimento di acqua o sostanze nutritive.

È importante notare che il rizoide è una struttura cellulare filiforme presente in alcune alghe e gametofiti e sporofiti delle piante vascolari inferiori.

La radice è un organo delle piante, generalmente sotterranee, privo di foglie e svolge funzioni di assorbimento, fissazione e riserva; i rizoidi sono strutture legate alle radici che si trovano nelle piante. I rizoidi si trovano nei funghi, nelle briofite e nelle felci.

Il corpo vegetativo di funghi e briofite non differisce per radice, fusto e foglie. I rizoidi variano per forma e funzione a seconda della specie e del tipo di substrato. I rizoidi degli organismi che vivono in substrati fangosi hanno spesso ramificazioni complesse.

Al contrario, i rizoidi degli organismi che vivono in substrati sabbiosi sono a forma di bulbo e molto flessibili, come quelli delle penne di mare, permettendo loro di spingere tutto il loro corpo nel substrato quando il rizoide si contrae.

Quali esempi di rizoma possiamo trovare?

Le piante che si riproducono per rizomi sono perenni , e tra queste ci sono:

Zenzero

È una delle piante con rizoma più apprezzate, appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae, per i suoi molteplici usi e proprietà.

Erba o erba bianca

L’erba ha un rizoma sottile e allungato.

canna indiana

È una pianta di origine tropicale e, nonostante abbia dei rizomi, che ne favoriscono lo sviluppo e la crescita, necessita di molte attenzioni e cure per il suo mantenimento e conservazione.

menta

La menta è una delle piante che hanno i rizomi più apprezzati, come lo zenzero, per le sue proprietà, odore e sapore particolare.

Giglio

Il giglio è una delle piante con rizomi che hanno steli spessi e frondosi, che consente loro di sopravvivere a temperature estreme e inverni rigidi.

Sigillo di Salomone

È caratterizzato dalla presenza di fiori tubolari bianchi .

Per la sua crescita e sviluppo necessita di un grande apporto di nutrienti, quindi la presenza di rizomi ne favorisce l’assorbimento, lo stoccaggio e lo smaltimento.

Bambù

Tutte le specie di bambù si riproducono per rizomi, avendo un grande interesse soprattutto nel giardinaggio, al fine di creare barriere che ci forniscano separazione, protezione o maggiore privacy nelle nostre case.

Altre piante

Altri esempi di rizomi sono: Ginger Ale; aloe ; Cohosh nero; Luppolo; Quercia velenosa; alcuni tipi di felci, equiseto gigante; Capelvenere; Curcuma, Pioppo, Loto; Gli iris e Cala.

Bibliografia e riferimenti

  • Corvo, Peter H.; Evert, Ray Franklin; Eichhorn, Susan E. (1992). Biologia vegetale. Editoriale Reverté. Barcellona, ​​Spagna.
  • Montaldo, Alvaro. (1972). Coltivazione di radici e tuberi tropicali. Istituto Interamericano di Scienze Agrarie dell’OSA. Università Cornell. New York, Stati Uniti d’America.
  • Ciciarelli, Maria de las Mercedes; Rolleri, Cristina Hilda. (2008). Morfologia, tassonomia e caratterizzazione di sette specie neotropicali del genere Canna (Cannacee-Zingiberales) . Botanica Complutensis. Facoltà di Scienze Naturali e Museo. La Plata-Argentina. Riprodotto da: http://sedici.unlp.edu.ar/bitstream/handle/10915/40658/Documento_completo__.%2032_157-184.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • Ghersa, CM; Leon, RJ; Satorre, EH (1983). Dinamica di popolazione del rizoma di sorgo di Aleppo. Importanza delle piante di meno di un anno. Società Botanica Argentina. Università di Buenos Aires. Buenos Aires, Argentina. Riprodotto da:  https://botanicaargentina.org.ar/wp-content/uploads/2018/09/345-352021.pdf

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *