Piante

Sorbus domestica (sorbo comune): foglio vegetale di alberi iberici

All’interno del mondo dell’agricoltura, troviamo un gran numero di alberi per uso ornamentale e crescita naturale in molte aree dell’Europa e della Spagna. È il caso del sorbo comune ( Sorbus domestica) che, seppur poco conosciuto, ha alcuni usi ed è interessante conoscerne le proprietà.

In questa scheda vegetale andremo a conoscere le caratteristiche naturali del sorbo comune, nonché le esigenze che la sua coltivazione richiede in termini di clima, suolo, acqua e un lungo eccetera.

Caratteristiche del Sorbus domestica

Nomi comuni: serbal comune, sorbo, sorbeira, zurbal, il fischietto, jerbo o jerbal.

Il Sorbus domestica  è un albero considerato di grandi dimensioni, con dimensioni comprese tra 12 e 20 metri di altezza.

Il sorbo comune non è particolarmente abbondante nella penisola iberica. Può essere visto crescere naturalmente in aree boschive o con elevata presenza di alberi. Ha bisogno di zone umide per uno sviluppo ottimale, motivo per cui cresce insieme a pini, querce da sughero o lecci.

Si trova principalmente nell’area mediterranea, sebbene la sua origine sia dall’Europa centrale. Possiamo trovare specie nelle zone calde del Mediterraneo, della Turchia o del Nord Africa.

In alcune isole viene coltivato per l’utilizzo dei suoi frutti, che, come abbiamo accennato prima, possono essere utilizzati per preparare dolci e marmellate, tra l’altro.

tassonomia

  • Ordine:  Rosales
  • Famiglia:  Rosacee
  • Genere:  Sorbo
  • Specie: Sorbus domestica

La fioritura del sorbo comune compare durante i mesi primaverili ed i suoi frutti sono interessanti in cucina. Raccolte in estate, quando diventano surmature diventano commestibili e vengono utilizzate per preparare marmellate o bevande alcoliche fermentate.

Coltivazione e cura del Sorbus domestica

Climatologia

temperatura

La Sorbus domestica supporta un’ampia gamma di temperature, che vanno da un intervallo superiore a 40ºC nei mesi estivi a temperature gelide fino a -10ºC, purché al di fuori della stagione di fioritura.

È un albero che preferisce le temperature calde rispetto a quelle fredde, sebbene sia un albero a foglie caduche. Il suo massimo nella fioritura e nell’ingrasso dei frutti è compreso tra 15 ºC e 28 ºC. Tuttavia, è molto resistente al caldo e al freddo e si adatta molto bene alla zona di impianto.

illuminazione

Può essere coltivata in pieno sole o semi-ombra. Tuttavia, prediligendo un certo grado di umidità nel terreno e intorno alle foglie, cresce solitamente in gruppo con altre specie per sfruttare l’umidità ambientale, con un’illuminazione notevolmente inferiore nelle parti inferiori.

Umidità

Richiede un po’ più di umidità ambientale rispetto ad altre specie della famiglia delle Rosacee, per quanto abbiamo commentato sulle dosi di illuminazione. Il suo valore ottimale è compreso tra il 70% e l’85%.

Terra

Il Sorbus domestica può essere piantato in terreni calcarei con un pH compreso tra 7,5-9. Richiede terreni sciolti, asciutti e profondi, poiché è un grande albero. Si tratta infatti di una specie che fa un ottimo uso delle risorse del suolo, con grande capacità esplorativa e grande consumatrice di nutrienti e acqua.

Controlla la consistenza del terreno del tuo giardino per conoscere le possibilità di coltivare piante diverse.

Abbonato

Non necessita di concimazioni, se non per la preparazione del terreno con sostanza organica al momento della messa a dimora. Come abbiamo accennato prima, il suo grande sviluppo radicale e la sua capacità esplorativa gli consentono di ottenere dal terreno molti nutrienti e acqua che altre piante non sono in grado di assimilare.

Per maggiori informazioni, vedere la sezione fertilizzanti.

Trapianto

Le giovani specie ammettono il trapianto senza problemi. Può essere fatto da vaso a terra o da vaso a vaso. Nei primi anni di vita, cerca di trovare una zona semi-ombreggiata e aggiungi un po’ di sostanza organica nella buca del trapianto.

Irrigazione del Sorbus domestica

Nelle zone umide con piovosità media, non è necessario aggiungere acqua nei mesi autunnali e invernali. Se abbiamo il Sorbus domestica coltivato in giardino, sarà sufficiente posizionare 1 o 2 gocciolatori fino a 4 L/h per fornire un’irrigazione di supporto nei mesi estivi.

Specie giovani, in fase di crescita, l’irrigazione a goccia può essere programmata come segue:

  • Irrigazione in primavera ed estate:  zone calde, da 3 a 4 irrigazioni della durata di 1 ora.
  • Irrigazione in autunno e inverno:  zone asciutte, 1 annaffiatura a settimana per 30-50 min. Con la pioggia non danno rischi.

Moltiplicazione

La consueta moltiplicazione del sorbo comune viene effettuata per semi. Per le sue proprietà, questo processo va effettuato non appena si ottengono i suoi semi, poiché col tempo si induriscono ed è molto più complicato moltiplicarsi per semi.

Il mantello del seme richiede stratificazione.

Stratificazione a freddo: possono essere riposte in frigorifero, in un contenitore con substrato e umidità che controlleremo ogni settimana per evitare lo sviluppo di funghi. A 2 o 3 mesi, i semi saranno pronti per essere tolti dal freddo.

Parassiti e malattie del sorbo

La famiglia delle Rosacee ha solitamente vari parassiti e malattie. In generale, i parassiti si concentrano sul depredare la linfa zuccherina sulla nuova crescita primaverile. Potresti essere visitato da cocciniglie o afidi, che possono autocontrollarsi con la biologia ausiliaria o richiedere un trattamento con piretrine.

Per quanto riguarda le malattie, sono più rare e vanno e vengono senza causare danni eccessivi alla coltura. Le più letali sono le malattie del collo e del legno che compaiono con un’elevata umidità nel terreno (segno di terreni argillosi e facilmente allagabili o eccessiva acqua di irrigazione).

Tuttavia, il fatto che il Sorbus domestica sia un albero resistente, sommato al fatto che viene coltivato da solo o insieme ad altre specie di famiglia diversa, rende molto raro la comparsa di parassiti e malattie importanti.

Utilizzo dei frutti di Sorbus domestica

I frutti sono comunemente usati in alcune zone per produrre dolci a causa del loro alto contenuto di zucchero. Allo stesso modo, questa proprietà fa sì che venga utilizzato anche nella preparazione di liquori e bevande alcoliche quando il processo di fermentazione è attivato.

Per fare questo si utilizza la tecnica della surmaturazione, dove si riduce naturalmente il contenuto di acqua e si aumenta la concentrazione di zuccheri. Se non eseguiamo questa tecnica, i suoi frutti sono molto astringenti, ma contengono molta vitamina C.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.