Suggerimenti

Fiocco d’amore o nastro: cura

Sicuramente conosci la pianta del nastro, chiamata anche legame d’amore o malamadre, giusto? Tuttavia, secondo uno studio della NASA, potresti non sapere che si tratta di un impianto di purificazione dell’aria domestica. Questo fatto, insieme alla sua bellezza, lo rende indispensabile in casa.

Se vuoi conoscere maggiori dettagli sulla cura dell’anello dell’amore o della pianta del nastro, una pianta che purifica l’aria in casa, assicurati di leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui vedrai una guida completa al giardinaggio su questa famosa pianta.

Caratteristiche dell’arco dell’amore o della pianta del nastro

Comunemente chiamata pianta ad anello d’amore, pianta malamadre, pianta a nastro o pianta a nastro e nome scientifico Chlorophytum comosum, questa pianta perenne appartiene alla famiglia dei gigli. La sua origine è nelle foreste tropicali del Sud Africa e attualmente se ne contano più di duecento specie diverse. La cosa migliore di questa pianta è, senza dubbio, che rinnova gli ambienti colpiti dal monossido di carbonio e dalla formaldeide presenti nelle vernici, negli aerosol e nei cosmetici.

Le sue foglie, che nascono da una rosetta basale, sono allungate, pendule, aguzze e verdi con una fascia bianca. I suoi fiori bianchi sono piccoli e da essi si formano nuove rosette che sono come piante in miniatura perfettamente formate e che, se trapiantate correttamente, si trasformano in piante adulte.

Avere queste piante all’interno della casa purificherà l’aria, ma anche i nastri o i fiocchi dell’amore sono piante molto decorative, sia che vengano tenute in un vaso per terra o poste come piante appese. Qui puoi scoprire altre piante pensili da interno.

La sua capacità di purificare l’aria, insieme alla sua cura poco impegnativa, la rendono una pianta molto apprezzata per la decorazione d’interni, contribuendo a migliorare l’ambiente e ad abbellire una stanza per pochissimo.

Clima per il vincolo d’amore vegetale

I Chlorophytum comosum sono abbastanza permissivi nella maggior parte delle loro cure, ma non sopportano il gelo o i climi freddi, motivo per cui vengono comunemente coltivate come piante da interno. Al di sotto dei 7 ºC la pianta subirà effetti molto negativi e potrebbe anche morire.

Per quanto riguarda il calore, si sviluppa perfettamente fino a temperature di 27ºC e da quel momento in poi potrebbe aver bisogno di cure aggiuntive, come annaffiature più frequenti o irrorazioni sulle foglie.

Posizione e luce per l’impianto di nastri

Questa pianta cresce particolarmente bene in condizioni di mezz’ombra e temperature miti. All’interno, sarà in condizioni ottimali in una stanza ben illuminata ma non esposta alla luce diretta del sole, con una temperatura costante e un ambiente non troppo secco. Non è una buona idea collocarlo in ambienti con dispositivi di condizionamento, come condizionatori o termosifoni, poiché i cambiamenti improvvisi dell’ambiente lo influiscono negativamente e questi dispositivi tendono anche a drenare l’umidità dall’ambiente.

All’esterno basterà trovare un luogo dove non riceva una prolungata esposizione ai raggi solari intensi, essendo ideali le zone semiombreggiate, al riparo dalla luce delle ore di maggiore incidenza.

nastri per irrigazione delle piante

Se parliamo di quando innaffiare i nastri, la cosa più importante è mantenere un livello di umidità costante e adeguato per la pianta. Naturalmente, questo non deve essere confuso con l’annegamento o l’allagamento, cosa che è sempre dannosa per la maggior parte delle specie.

Normalmente saranno sufficienti 2 abbondanti annaffiature a settimana nei mesi caldi, ma sempre senza allagamenti, poiché ha radici tuberose che hanno la capacità di immagazzinare molto bene l’acqua. Nei mesi freddi sarà sufficiente 1 annaffiatura alla settimana o ogni dieci giorni.

Substrato e fertilizzante per il legame d’amore

Sotto questo aspetto il nastro non è affatto impegnativo. Basterà offrire un substrato con un buon drenaggio per evitare pozzanghere durante l’irrigazione, anche se se prepariamo un impasto con fibra di cocco, torba e vermiculite sarà nelle migliori condizioni.

Per quanto riguarda il fertilizzante per la fettuccia, non è assolutamente necessario ogni anno, ma se vogliamo che la nostra pianta sia il più sana possibile aggiungere humus di lombrico al substrato e rifarlo ogni 15 giorni nei mesi caldi aiuterà molto.

Riproduzione di piante a nastro

La riproduzione più semplice e veloce di queste piante avviene attraverso i loro polloni. Per scoprire come il legame d’amore si riproduce in modo asessuato, piantiamo semplicemente con cura i polloni sugli steli bianchi su cui vengono prodotti. Questi polloni, infatti, devono essere tagliati se non si prevede di riprodurre la pianta, in quanto richiedono un grande dispendio energetico.

Seppellire il tralcio, senza tagliarlo, in un vasetto vicino alla pianta madre, e tagliare il fusto che lo unisce ad essa solo una volta che ha radicato.

Se desideri leggere altri articoli simili a Fiocco o fiocco d’amore: cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.