Suggerimenti

Come fare un semenzaio

Sia che tu abbia poco spazio nel tuo giardino e desideri poterlo occupare il meno possibile con le tue colture, sia che intendi anticipare di qualche mese l’intero processo di coltivazione e la successiva raccolta, o se vuoi semplicemente assicurarti che i semi che pianti germinino, senza dubbio il semenzaio è un ottimo strumento.

Se vuoi imparare a fare i tuoi semenzai in casa per far germogliare i semi, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui parliamo passo dopo passo di come fare un semenzaio.

cos’è un semenzaio

Un semenzaio non è altro che un piccolo contenitore che prepariamo per seminarvi i semi, in modo da poterne controllare meglio le condizioni di germinazione per ottimizzare le sue possibilità di successo. Praticamente qualsiasi piccolo contenitore profondo almeno 5 o 6 cm funzionerà, purché sia ​​relativamente impermeabile e possiamo realizzare fori di drenaggio. Possono essere piccoli contenitori individuali in cui mettiamo un solo seme per spazio o possono essere contenitori più grandi in cui mettiamo più semi per fila.

L’importante è che, trattandosi di qualcosa di piccolo, possiamo tenerlo al chiuso, offrendo così ai semi un clima più caldo e favorevole alla germinazione. Grazie a questo possiamo piantare in inverno quando le temperature sono ancora fredde, trapiantando le piantine qualche settimana dopo, quando il tempo è più favorevole, e permettendoci di guadagnare tutto quel tempo.

Come realizzare un semenzaio passo dopo passo con materiali di riciclo

Acquistare un semenzaio è molto semplice, e nella maggior parte dei negozi di giardinaggio si possono acquistare semenzai di ogni tipo di materiale, come la torba, che sono biodegradabili e basta piantarli all’aperto o nel nuovo contenitore quando arriva la stagione.. Tuttavia, consigliamo di utilizzare uno dei tanti materiali riciclati che possono essere utilizzati. In questo modo, oltre a risparmiare denaro, riutilizzeremo i materiali e saremo in grado di ridurre la nostra impronta ecologica. Queste sono alcune delle idee per realizzare un semenzaio con materiale di riciclo che vi proponiamo:

  • Uno dei materiali più facili da ottenere e allo stesso tempo più pratici è il poliespanso. Le vaschette in Polyexpan, così comuni nei negozi di ogni genere, sono un’ottima opzione per realizzare un letto di semina grazie alla loro leggerezza e facilità di trasporto e, inoltre, realizzare fori di drenaggio nella base è molto semplice.
  • Un altro classico semenzaio riciclato è quello ricavato dai vasetti di yogurt. Hanno la dimensione ideale per seminare i semi singolarmente, quindi possiamo controllare ogni seme separatamente. Inoltre, anche la realizzazione dei fori di drenaggio è molto semplice.
  • Molto valide anche le bottiglie di plastica, i contenitori tetra brik o anche i gusci d’uovo. Nel caso delle bottiglie l’ideale è tagliarne la base, oppure aprirle a metà nel senso della lunghezza, mentre con i tetrabrik è meglio aprirne completamente una faccia o un fianco.

Dopo aver scelto una di queste idee, segui questi passaggi per realizzare un semenzaio riciclato:

  1. Lavare bene il contenitore.
  2. Fai dei fori di drenaggio sul fondo di ogni tazza o contenitore. È meglio farne diversi e non solo uno, ma non perforare nemmeno l’intera base.
  3. Riempi con il substrato appropriato per la germinazione della pianta che vuoi coltivare. Puoi anche usare del cotone leggermente inumidito o della carta assorbente per piantare successivamente il germoglio che emerge nel terreno.
  4. Semina, annaffia un po’ e posiziona il semenzaio in una zona dove prende sole indiretto o all’ombra (questo dipende dal tipo di pianta e dal clima del luogo, quindi puoi consultare i professionisti del giardinaggio o dell’orticoltura nel tuo la zona).

Come fare un letto di semina caldo

Se vuoi accelerare ancora di più il processo di germinazione dei tuoi semi, un letto di semina riscaldato funzionerà ancora meglio. Puoi acquistare uno di questi contenitori per semi in qualsiasi negozio specializzato, ma crearne uno per te è molto semplice e dovrai solo acquistare un riscaldatore o uno scaldacavo, come quelli usati nei terrari. Una volta che hai i materiali, segui questi passaggi per realizzare un letto di semina riscaldato:

  1. Scegli un contenitore della dimensione che ti serve. Qualsiasi vassoio di plastica profondo diversi pollici fornirà spazio sufficiente.
  2. Praticare un foro in una delle pareti della passerella per far passare il cavo, e distribuirlo facendo delle ese lungo il fondo della passerella in modo che copra buona parte della sua superficie. Fissare il cavo al vassoio con un nastro robusto e resistente al calore.
  3. Per una corretta distribuzione del calore, coprire un letto di almeno 2 cm sopra il cavo con lettiera o sabbia di fiume.
  4. Su questo vassoio potrai successivamente posizionare i tuoi semenzai più piccoli, in plastica o polistirolo, e vedrai tu stesso il grande miglioramento dei tempi di germinazione.

Come piantare in semenzaio

Il procedimento di semina in vivaio è lo stesso che in ogni altro caso, con la differenza che possiamo anticipare i tempi di diverse settimane, trapiantando all’estero le piantine già germinate e con diverse settimane di crescita nel momento in cui, in condizioni normali, vorremmo stabilimento all’estero. Tieni a mente questi suggerimenti per piantare in un semenzaio:

  • Sì, è importante preparare un substrato per la germinazione dei semi. Consigliamo un impasto con parte torba, parte fibra di cocco e parte humus di lombrico, a cui aggiungeremo poi un po’ di perlite e vermiculite. Queste proporzioni danno come risultato un substrato straordinariamente ricco di sostanze nutritive, e allo stesso tempo molto leggero, sciolto e aerato, con un ottimo drenaggio. Ti consigliamo di consultare queste altre guide di giardinaggio di EcologíaVerde sulla fibra di cocco per le piante: proprietà e come prepararla e su come fare l’humus di lombrico.
  • È anche importante posizionare le piantine in un luogo illuminato per evitare che le piantine si attacchino.
  • Inoltre, cerca una temperatura il più stabile possibile.

Per finire, ti offriamo diverse guide per imparare a germinare diversi tipi di semi, sia che utilizzi un semenzaio o che tu opti per altre tecniche:

Se desideri leggere altri articoli simili a Come fare un semenzaio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.