Suggerimenti

Potare gli alberi di fico: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Il fico è uno degli alberi più vigorosi che esistano, quindi la potatura fa parte della sua cura di base.

Uno dei motivi principali che lo motivano è che i suoi rami tendono a crescere verticalmente, il che implica una maggiore altezza.

Quando è in fase produttiva, si genera poi il disagio di raggiungere i frutti, rendendolo in alcuni casi impossibile. La buona notizia è che non devi seguire un corso per imparare a potare gli alberi di fico.

Qui ti daremo tutte le informazioni in modo che tu possa utilizzarlo a tuo piacimento.

Perché potare i fichi?

La necessità di potare i fichi risponde a diversi scenari, il primo relativo al controllo dell’altezza dell’albero . Il fico è caratterizzato dalla crescita verticale dei suoi rami, il che implica che possono raggiungere fino a 4 metri di altezza.

Controllare questa crescita è essenziale affinché la pianta sia meglio strutturata e sia più facile per te accedere ai frutti.

Un altro motivo è quello di facilitare che tutti i suoi elementi (rami, foglie, ecc.) siano in perfetta salute e, in caso contrario, eliminarli.

Quando è meglio potare i fichi?

La potatura dovrebbe essere effettuata tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, quando il tempo è più favorevole.

La cosa più importante per scegliere il momento esatto è che non ci siano più rischi di gelo che possono avere un impatto negativo sulle ferite.

Quali strumenti dovremmo usare quando potiamo gli alberi di fico?

Lo strumento di base per eseguire il compito di potare gli alberi di fico è una cesoia da giardinaggio a manico lungo. Grazie ad esso, sarà molto più facile raggiungere l’estensione dei rami ed effettuare i tagli necessari.

Ricorda che devono essere disinfettati con alcool prima e dopo aver proceduto con la procedura. Allo stesso modo, controlla che abbiano un buon bordo in modo che i tagli possano essere eseguiti in modo rapido e preciso.

Quali considerazioni dovremmo tenere in considerazione quando potiamo gli alberi di fico?

La potatura degli alberi di fico può essere effettuata in tre diverse fasi , a seconda della durata di vita dell’esemplare: formazione, produzione e ringiovanimento .

Pertanto, la procedura da seguire dipenderà direttamente dal tipo di potatura che andrai ad eseguire.

Come potare gli alberi di fico senza danneggiare l’albero?

La potatura dei fichi può essere eseguita secondo tre diverse procedure e di seguito vedremo ognuna di esse.

Potatura di formazione

È quello che si fa quando l’albero è in piena giovinezza e si sviluppa durante i suoi primi tre anni .

Nel primo anno si stabilisce il ramo che servirà da tronco principale e si rimuove il resto della pianta.

Durante il secondo anno stabilirai l’altezza che vuoi che sia il tuo fico tagliando il tronco a quel livello. Da questo taglio inizieranno a crescere i germogli che fungeranno da rami di formazione.

Entro il terzo anno i rami devono avere una lunghezza adeguata, quindi sarà necessario applicare un taglio a metà della loro lunghezza. Il punto ideale per avanzare in questo caso è su un tuorlo.

Potatura fruttifera

La potatura fruttifera cerca che l’energia dell’albero si concentri nel produrre più frutti e con caratteristiche migliori.

Pertanto, l’idea è di sgombrarlo da tutte le parti che potrebbero in qualche modo influenzare questo obiettivo.

Qui sarà necessario eliminare i rami che si scontrano, che si intersecano, quelli che sono in cattive condizioni e alleggerire la chioma se necessario. Nel fico è comune che alla base crescano germogli o polloni.

Questi consumano molta energia, quindi devi eliminarli.

Potatura di ringiovanimento

È la potatura che viene applicata ad alberi già vecchi e che hanno visto diminuire nel tempo la loro capacità produttiva. Con questa potatura ciò che si cerca, appunto, è riattivarla nel compito e ottenere nuove produzioni.

La potatura di ringiovanimento tende ad essere un po’ drastica e per garantire che il fico sia in grado di riprendersi, è meglio non applicarla tutta in una volta.

La pre-potatura includerà la rimozione dei rami che escono dal centro dell’albero e che sono vicini tra loro. Questi dovrebbero essere potati a filo con il contatto con il tronco. Dopo l’inizio della germinazione, rimuovere l’eccesso e dimezzare il resto dei rami in modo che ricrescano più fortemente.

Con una buona potatura e la successiva applicazione di un utile fertilizzante, potrete presto godere di fichi di ottima qualità. La cosa migliore di questa pianta è che può essere piantata insieme ad altre per dare molta varietà al tuo giardino di casa.

Forse ti interessano anche:
  • 8 tipi e varietà di alberi di fico più famosi

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.