Suggerimenti

Zamioculca cura

Quando si parla di piante da interno di facile manutenzione, ce n’è una tropicale che non possiamo ignorare: la zamioculca (Zamioculcas zamiifolia), che in alcuni paesi è anche chiamata la pianta della fortuna.

È una specie molto suggestiva, con foglie e steli molto appariscenti e molto apprezzata sia per la sua capacità di decorare interni che per la sua straordinaria resistenza. Se vuoi saperne di più su come prenderti cura di una zamioculca, continua a leggerci in questo articolo di EcologíaVerde in cui ti mostriamo una guida pratica e completa sulla cura della zamioculca.

Caratteristiche della zamioculca

Scientificamente chiamata Zamioculcas zamiifolia, questa pianta tropicale originaria dell’Africa è adatta per i giardinieri principianti o per coloro che hanno poco tempo per prendersi cura delle proprie piante. Iniziamo a parlare delle sue caratteristiche:

  • La pianta della zamioculca deve il suo aspetto particolare alla sua capacità di accumulare acqua nelle sue foglie e steli carnosi, che fungono da riserva in caso di siccità, rendendola una pianta succulenta.
  • È una pianta perenne, che nel suo habitat originario raggiunge altezze fino a 1 metro, anche se in vaso e indoor tende a rimanere un po’ al di sotto di questa altezza.
  • Il fiore della zamioculca ha scarso valore ornamentale, poiché si tratta di piccole infiorescenze di una tonalità gialla molto poco appariscente, quindi è una specie apprezzata principalmente come pianta verde.
  • Le sue foglie sono tossiche, quindi è consigliabile evitare che bambini o animali domestici lo ingeriscano per errore.

Se ti piace questo tipo di piante con un sorprendente colore verde, qui puoi scoprire 51 piante da interno verdi.

Posizione e luce per la zamioculca

Questa pianta apprezza di stare in zone illuminate, anche se non ne ha bisogno tanto quanto altre piante da interno. Se hai una stanza ben illuminata, dove puoi posizionare la tua zamioculca lontano dall’incidenza diretta dei raggi solari, gli darai una buona scorta di luce che impedirà ai suoi steli di restringersi o deteriorarsi.

Per quanto riguarda la temperatura, trattandosi di una pianta da interno, va da sé che non sarà esposta a condizioni estreme. In ogni caso, la zamioculca si sviluppa bene a temperature superiori ai 15ºC , quindi cerca di non posizionarla in ambienti dove la temperatura scenderà al di sotto di quel valore.

Se lo metti all’aperto, tieni presente tutto questo e posizionalo in una zona con una temperatura adeguata e in semi-ombra, cioè vicino alla luce solare ma non direttamente.

Irrigazione per la zamioculca

È molto importante non annaffiare questa pianta in eccesso poiché, come la maggior parte delle piante con capacità di ritenzione idrica, un’irrigazione troppo abbondante può facilmente causare marciume radicale.

Pertanto, evita di allagare la pianta il più possibile durante l’irrigazione e assicurati di metterla in un vaso con fori di drenaggio. Lascia asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra, soprattutto se la tua pianta non si trova in un’area ben illuminata. Nei mesi freddi sarà necessario ridurre ulteriormente la frequenza delle annaffiature. Se hai dei dubbi, è meglio annaffiare un po’, che in eccesso.

Ti invitiamo a saperne di più sull’argomento dell’irrigazione con questo altro post su Quando innaffiare le piante.

Substrato e fertilizzante per zamioculca

Poiché è una pianta che non tollera l’umidità in eccesso, è molto importante che il suo substrato offra un drenaggio che funzioni al meglio. Prepara un letto di argilla espansa, ghiaia grossolana o altro materiale simile sul fondo del contenitore, quindi usa un terriccio per vasi ben drenante e leggero per tutti gli usi. Qui puoi saperne di più sul giusto substrato per piante che trattengono bene l’acqua nei loro steli e foglie: Come realizzare un substrato per cactus e piante grasse.

Per quanto riguarda l’ abbonato, la pianta apprezza un contributo mensile nei mesi caldi, che può essere sciolto nell’acqua di irrigazione. Conviene che sia un fertilizzante di qualità, ricco di microelementi e macroelementi. Ti consigliamo di imparare con quest’altra guida Come fare il fertilizzante organico per piante in casa.

Quando viene trapiantata la zamioculca

Questa pianta ha radici molto forti e molto sviluppate, che presto occuperanno tutto lo spazio disponibile nel vaso se sta crescendo correttamente. Pertanto, circa ogni 2 anni sarà necessario trapiantarlo in un nuovo contenitore più grande.

È possibile che le forti radici della pianta possano deformare i vasi o contenitori, costringendoci a romperli con cura per estrarla e trapiantarla. Se ritieni che sia così, trapiantalo la primavera successiva.

Ti consigliamo di dare un’occhiata a questo altro post su quando e come trapiantare una pianta.

La mia zamioculca ha le foglie gialle, perché?

Ci sono diversi motivi per cui le foglie di una zamioculca diventano gialle:

  • Il primo e più comune è che lo stai annaffiando eccessivamente. Se questo è il caso e la tendenza continua, le foglie diventeranno nere, segno che la pianta sta marcendo. Potare tutte le foglie colpite con uno strumento sterilizzato e distanziare l’irrigazione.
  • Può anche darsi che la tua pianta abbia bisogno di un trapianto o di un contributo di fertilizzante, poiché ha esaurito i nutrienti del suo terreno.
  • Potrebbe essere dovuto a un attacco da parte della cocciniglia cotonosa, un parassita che a volte colpisce questa pianta. Cerca il parassita sul lato inferiore delle foglie e applica olio di Neem o sapone di potassio.
  • Può anche succedere che gli stai dando troppo sole diretto e le foglie stiano bruciando. In questo caso vedrete che iniziano a ingiallire ma in breve tempo diventano più marroni, si seccano e cadono.

La mia zamioculca ha steli caduti, cosa devo fare?

Se le foglie sembrano perdere la loro forza e gli steli si abbassano mollemente, è molto probabile che stai innaffiando troppo la zamioculca.

Se ti stai chiedendo cosa fare se la tua zamioculca ha steli caduti, ti consigliamo, come nel caso precedente, di recuperare la pianta se si verifica questo tipo di problema, distanziare le innaffiature e controllare che il substrato abbia avuto il tempo di asciugarsi prima acqua di nuovo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura della zamioculca, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.