Suggerimenti

Acero giapponese: cura e varietà

L’acero giapponese è uno dei protagonisti indiscussi di giardini, aree verdi e persino balconi in tutto il mondo. Le sue caratteristiche foglie palmate, che in autunno virano di rossi caldi e suggestivi, sono la sua firma più conosciuta e apprezzata, motivo per cui viene spesso scelta anche per dare vita e fascino a strade e viali. Infatti non è complicato averlo in casa se si conosce la cura dell’acero giapponese e delle sue varietà.

Se vuoi saperne di più su uno degli alberi più belli per i giardini, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui vedremo come prendersi cura dell’acero giapponese o dell’acero rosso.

Caratteristiche dell’acero giapponese

L’ Acer palmatum è un albero a foglie caduche che sopporta molto bene la potatura, quindi può essere coltivato sia in piena terra che in vaso. In effetti, l’ Acer palmatum bonsai è uno dei più apprezzati, e gli appassionati di questa tecnica trovano in esso una pianta particolarmente bella che tollera le impegnative lavorazioni necessarie per ottenere un bonsai di acero giapponese.

Quanto tempo ci vuole per coltivare un acero e quanto tempo cresce un acero giapponese? L’ Acer palmatum cresce in media fino a 10 metri di altezza, anche se esistono varietà che possono superare i 15. È anche vero che coltivato in vaso la sua crescita sarà molto più bassa, raramente superando i 3 o 4 metri. Per quanto riguarda il tempo necessario per crescere, un acero giapponese impiegherà 7-10 anni per raggiungere la maturità.

E quando fiorisce l’acero giapponese o l’acero rosso? La sua fioritura avviene solitamente in primavera, anche se dal punto di vista ornamentale non è così sorprendente come lo sono le sue foglie.In autunno, possiamo notare che questo acero è ricco di foglie rosse, che possono variare da un tono rosso chiaro a uno scuro, viola.

Posizione e clima dell’acero giapponese

Le esigenze di luce e le tolleranze di questo albero dipendono fortemente dal clima in cui si trova. Nei climi freddi l’ Acer palmatum tollera e apprezza l’esposizione al pieno sole, mentre nei climi mediterranei è meglio posizionarlo in mezz’ombra o addirittura in ombra se si tratta di zone particolarmente calde.

L’albero può resistere al gelo e ai climi subtropicali, mantenendo le sue temperature tollerabili tra 30ºC e -18ºC. Al di sopra dei 30°C, anche brevi esposizioni a questo sole e temperatura possono causare problemi.

Irrigazione dell’acero giapponese

Questa specie necessita di annaffiature abbastanza regolari. Nei mesi freddi sarà sufficiente annaffiarlo ogni 48-72 ore, mentre nei mesi caldi il fabbisogno idrico dell’albero potrebbe richiedere fino a 4 annaffiature settimanali. Come al solito con tutte le piante, un acero giapponese in vaso richiederà annaffiature più frequenti, poiché il suo apparato radicale è molto meno esteso.

Qui vi diciamo quando innaffiare le piante e come innaffiare un bonsai, nel caso decideste di avere questa varietà in casa vostra.

Terreno o substrato per acero giapponese

Questo è uno dei punti più importanti quando si tratta di sapere come prendersi cura dell’acero giapponese o dell’acero rosso, poiché necessita di substrati leggermente acidi, con un pH compreso tra 4 e 6. Per questo possiamo utilizzare direttamente un substrato preparato per piante acidofile.. Possiamo però preparare anche il nostro mescolando due parti di akadama per ogni parte di kiryuzuna, che dà origine ad un terreno leggero, con grande drenaggio e buona aerazione.

Se pianti il ​​tuo acero all’aperto e non vuoi dover aggiungere tutto il substrato intorno a dove andrà l’albero, puoi acidificare il terreno da solo aggiungendo regolarmente aghi di pino o solfato di ferro, che hanno entrambi la capacità di abbassare il pH. Questo metodo può funzionare soprattutto su terreni calcarei, che altrimenti offrono buone proprietà.

Qui puoi saperne di più sulle piante acidofile: cosa sono, esempi e cure.

Potatura dell’acero giapponese

Questa specie non necessita di potatura in modo vitale, ma l’albero manterrà un aspetto e una salute notevolmente migliori se manteniamo organizzata e controllata la crescita dei suoi rami attraverso potature regolari, soprattutto nei casi in cui lo spazio è limitato.

Si consiglia sempre di potarlo in autunno o alla fine dell’inverno, prima che riprenda la sua attività in primavera. È necessario rimuovere i rami in cattive condizioni, così come quelli che si intersecano o si ostacolano durante la crescita.

Concime acer palmatum

È necessario solo durante i mesi caldi, ed è consigliabile utilizzare un concime specifico per piante acidofile, che fornirà i nutrienti necessari senza alterare l’equilibrio di acidità del terreno. Se si utilizzano fertilizzanti liquidi ad azione rapida, si consiglia di alternare un mese di fornitura con un altro senza di essi.

Qui puoi saperne di più su Come preparare un fertilizzante organico per piante fatto in casa.

gioca all’acero giapponese

Questa specie può riprodursi per seme, che deve trascorrere tre mesi in frigorifero prima di essere piantato in semenzaio, dando luogo ad un periodo compreso tra uno e due mesi di germinazione.

Se vuoi una riproduzione più veloce, anche il taglio dell’acero giapponese è un’ottima opzione, grazie in questo caso al contributo della radicazione, che puoi fare a casa in modo biologico e con pochissimi soldi. Qui spieghiamo come fare il rooting naturale.

Anche la riproduzione per stratificazione e innesto è molto comune tra professionisti ed esperti, sebbene queste tecniche, nonostante la loro maggiore percentuale di successo, siano anche più complesse nella loro applicazione.

Varietà di acero giapponese

L’acero giapponese ha in realtà tre sottospecie. I tre tipi principali di acero giapponese sono Matsumure, Palmatum e Amoenum. Inoltre, da loro si ottiene un’enorme varietà di cultivar e varietà. Queste sono alcune delle varietà di acero giapponese:

  • Atropurpureo
  • buon sangue
  • Farfalla
  • defogliazione
  • Dissezione
  • Katsura
  • piccola principessa
  • osakazuki
  • sango kaku
  • Seiryu

Se desideri leggere altri articoli simili a Acero giapponese: cura e varietà, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.