piante d'appartamento

Come prendersi Cura delle piante interiori

Le piante da interno sono un ottimo alleato per dare vita e un’atmosfera più naturale alle nostre case. La loro presenza ci aiuta non solo a dare un piacevole tocco estetico, ma anche a mantenere un ambiente più salubre, che si tratti di piante da interno con fiori o di altre che non hanno fiori, come le felci.

Mantenere sane le piante d’appartamento è più facile di quanto molti pensino e devi solo seguire alcune istruzioni di base affinché continuino ad accompagnarci nella loro forma migliore. Se vuoi imparare come ottenere piante d’appartamento di lunga durata, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui ti spieghiamo come prenderti cura delle piante d’appartamento, offrendoti vari suggerimenti e trucchi come guida pratica.

Selezione della pianta da interno più adatta

Ogni specie di pianta da interno ha i suoi bisogni e le sue cure specifiche, ma tutte le piante condividono i bisogni primari: irrigazione, luce, temperatura e substrato. I primi tre sono sempre molto specifici per ogni specie vegetale, mentre il substrato può essere un aspetto più generale, ma con alcune eccezioni. Curando un’irrigazione della frequenza adeguata, al necessario apporto di luce, ad un clima secondo quello di cui ha bisogno la pianta e ad un buon substrato, le vostre piante d’appartamento avranno sempre un aspetto di salute invidiabile. Ti consigliamo di tenere conto di quanto indichiamo in questo altro articolo su Di cosa hanno bisogno le piante per vivere.

Tuttavia, oltre a conoscere gli aspetti basilari e generali, conviene conoscere ogni specie, almeno nei punti in cui presenta differenze di bisogni rispetto alla maggior parte delle piante. Per questo ti consigliamo, invece di acquistare piante per la loro estetica per arredare la tua casa, chiedi consiglio con l’ aiuto di un professionista per scegliere le piante che possono vivere al meglio la tua casa.

Innaffiare le piante d’appartamento

Questo è il punto più importante nella cura della stragrande maggioranza delle piante, non importa se si tratta di piante da interno o da esterno. La maggior parte delle piante apprezzano annaffiature frequenti e poco frequenti che mantengono un certo livello di umidità nel substrato, sempre senza allagare o allagare la pianta. Tuttavia, prima di annaffiarla, è necessario consultare i fabbisogni idrici specifici della specie di pianta di cui si dispone.

Quando si tratta di annaffiare, l’ideale è utilizzare acqua piovana o debolmente mineralizzata, anche se molte piante tollerano senza problemi l’acqua del rubinetto. Se lo usi, devi lasciarlo riposare per una notte in modo che i suoi minerali si depositino sul fondo e quindi l’eccesso di questi non cada sul terreno della pianta.

Inoltre, annaffia sempre con un annaffiatoio a fori fini e cercando di bagnare il substrato e non la pianta stessa. Seguendo questi suggerimenti per annaffiare le piante d’appartamento, ti risparmierai molti problemi di funghi e marciume. Questo è particolarmente importante quando impari a prenderti cura delle piante d’appartamento in fiore, poiché dovresti sempre evitare di bagnare questa parte delle piante.

Irrigazione di piante succulente da interno

Alcune piante, come succulente o succulente, o altre specie adattate ai climi secchi, sono molto resistenti alla siccità e possono tollerare annaffiature distanziate. In effetti, questi tendono ad essere vulnerabili all’umidità in eccesso, che può causare attacchi di funghi o marciume radicale. Questi tipi di piante necessitano solitamente di irrigazione quando lo strato superiore del substrato, tenendo conto di alcuni centimetri di profondità, è completamente asciutto e non prima. Puoi verificarlo immergendoci un dito.

Scopri di più su Come annaffiare le piante succulente in questo altro articolo.

Innaffiare piante tropicali da interno

Le piante tropicali che si possono avere indoor necessitano anche di un livello costante di umidità ambientale, proprio per la loro origine tropicale. Potrebbe essere necessario annaffiare queste piante anche più di una volta al giorno, a seconda dell’ambiente della casa in cui si trovano, oltre a richiedere che venga spruzzata dell’acqua sulle foglie per raffreddarle e dare loro l’umidità.

Scopri di più sulla frequenza di irrigazione in questa altra guida pratica al giardinaggio su Quando annaffiare le piante.

luce per piante d’appartamento

Tutte le piante hanno bisogno di luce per svolgere la fotosintesi, anche se il grado di incidenza di cui hanno bisogno è molto variabile. In generale, una pianta da interno non avrà bisogno di troppe ore di luce solare diretta.

Anche così, posizionare le piante d’appartamento vicino a una finestra o un balcone è sempre un’opzione consigliata per loro. Per ogni evenienza, impara i requisiti di luce specifici delle tue specie vegetali per vedere quali andranno bene in penombra e quali hanno bisogno di più luce.

Posizione per piante d’appartamento

Qualcosa di simile all’aspetto della luce si verifica con la posizione e il tempo. Anche quando si parla di interni della casa, il clima locale influenza la temperatura. Alcune piante hanno bisogno di determinate temperature per svilupparsi correttamente e, inoltre, alcune non tollerano le correnti d’aria, mentre altre sì. Ciò che di solito non è conveniente per nessuno di loro è trovarsi accanto a un radiatore del riscaldamento o un condizionatore d’aria, questo asciuga molto l’ambiente e lo disidrata e lo asciuga.

Per tutto questo, è fondamentale che al momento dell’acquisto di una pianta ti informi bene sui bisogni della specie e poni tutte le tue domande al professionista che ti assiste.

Substrato per piante d’appartamento

La maggior parte delle piante necessita di un substrato leggero arricchito con materia organica, che offra anche un buon drenaggio. Consigliamo un impasto universale con una parte di torba, una parte di humus di lombrico e una parte di fibra di cocco, a cui aggiungeremo vermiculite e perlite, su una base di ghiaia o ciottoli sul fondo del vaso. È una miscela universale che funziona sulla maggior parte delle piante, anche se alcune, come le piante succulente, potrebbero richiedere substrati più specifici. Poiché i nutrienti del substrato saranno esauriti, dovrai rinnovarlo in parte o tutto ogni pochi mesi.

Vaso per piante da interno

Nella cura delle piante in vaso, è anche molto importante che il vaso abbia dei fori di drenaggio, che ci aiutano ad evitare ristagni idrici. Se ci metti un piatto sotto, svuotalo sempre dieci minuti dopo l’irrigazione. Inoltre, la maggior parte delle piante apprezzerà un trapianto annuale o biennale in un vaso più grande. Momento in cui puoi cogliere l’occasione per cambiare parte del substrato per uno nuovo con più nutrienti.

Qui vi lasciamo una guida pratica su quando e come trapiantare una pianta.

Concime per piante d’appartamento

Come abbiamo indicato prima, le riserve di nutrienti del substrato si stanno esaurendo, forse più velocemente di quanto si possa pensare, e per questo è necessario aggiungere del concime. Inoltre, tieni presente che se hai utilizzato l’humus nella miscela per il substrato, è molto nutriente, quindi dovrai solo aggiungere letame, fertilizzante o materia organica nei mesi caldi a seconda delle esigenze di ogni pianta. In generale è necessario prestare attenzione ai tempi di crescita principale della pianta ed anche ai tempi di fioritura, in modo da aggiungere un concime adeguato in questi periodi in cui la pianta ha una maggiore richiesta di nutrienti.

Il concime può essere in formato liquido, in sostanza organica basica o in altri formati, come perle o granuli a lenta cessione. Verifica con il tuo negozio di giardinaggio di fiducia quale tipo di fertilizzante è più adatto alle piante che hai.

Cura importante per le piante d’appartamento in inverno

In inverno molte piante necessitano di un periodo di riposo vegetativo per poter riposare e riprendere l’attività di crescita e fioritura nei mesi caldi. Normalmente è necessario evitare di posizionarli vicino a termosifoni, termosifoni o condizionatori e ridurre notevolmente le annaffiature e l’apporto di fertilizzante. In questo modo permetterai alle tue piante d’appartamento di entrare nello stato di riposo vegetativo di cui hanno bisogno. Tuttavia, assicurati che la specie di pianta che possiedi ne abbia bisogno prima di iniziare a ridurre questi aspetti della sua cura.

Scopri di più su Come prendersi cura delle piante d’appartamento in inverno con questa altra guida pratica.

Cura importante per le piante d’appartamento in estate

In estate, a differenza dei mesi freddi, si moltiplicano i fabbisogni di acqua e sostanze nutritive delle piante d’appartamento. Assicurati che le sue foglie non ingialliscano a causa della secchezza o dell’eccesso di sole e aggiungi sostanza organica o fertilizzante al substrato o nell’irrigazione. Se vedi che le foglie della tua pianta iniziano a ingiallire, controlla questo altro post sulle foglie gialle nelle piante: perché compaiono e soluzioni.

Se hai intenzione di partire per alcuni giorni, prendi in considerazione l’idea di acquistare vasi autoirriganti o di preparare l’irrigazione capillare per i tuoi vasi. Ti consigliamo di consultare questo altro articolo per imparare come realizzare un sistema di irrigazione a goccia fatto in casa e questo altro post per saperne di più trucchi su Come innaffiare le piante in vacanza.

Scopri di più su come prendersi cura delle piante d’appartamento in estate qui. Inoltre, per concludere questa pratica guida su come prendersi cura delle piante d’appartamento, vi lasciamo un video su questo interessante argomento.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come prendersi cura delle piante d’appartamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante d’appartamento

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.