Suggerimenti

Cura della Chamaedorea

Chamaedorea elegans, detta anche palma lounge, camadorea o palma Chamaedorea, è una piccola palma originaria del Guatemala e del Messico. È una pianta verde molto suggestiva che aiuta a dare un tocco tropicale e molto appariscente a qualsiasi spazio, perché possiamo avere la Chamaedorea fuori e anche dentro.

Nonostante il suo aspetto appariscente e delicato, è una pianta tremendamente resistente, il che la rende molto adatta a principianti o hobbisti con poco tempo per prendersi cura delle piante. Se vuoi imparare a prenderti cura di una Chamaedorea, continua a leggerci in questo articolo di EcologíaVerde in cui vedrai una guida pratica e completa sulla cura di Chamaedorea elegans.

Caratteristiche della Chamaedorea

Prima di parlare della cura della Chamaedorea, parleremo delle sue principali caratteristiche:

  • Come abbiamo detto, la camadorea è una pianta molto resistente che non necessita di cure molto specifiche.
  • Si tratta di una specie a lenta crescita che raramente raggiunge altezze superiori ai 2 metri e che, molto spesso, si manterrà ben al di sotto di questa misura.
  • La fioritura della Chamaedorea elegans è sorprendente, poiché le sue infiorescenze sono commestibili come ortaggio. Per fare questo non vi resta che raccogliere il fiore di Chamaedorea elegans quando è ancora tenero e consumarlo come preferite.

Se vogliamo mantenere la nostra palma del soggiorno nelle migliori condizioni possibili, vale la pena prestare attenzione ai seguenti punti sulla sua cura.

Posizione e luce per camadora

Questa pianta ha origine nelle zone basse di fitte foreste, quindi non è abituata a ricevere grandi quantità di luce, e tanto meno direttamente.

Tenendo presente ciò, all’aperto lo collocheremo sempre in una zona semiombreggiata, al riparo dal sole diretto durante le ore più intense, poiché il sole forte può bruciarne le foglie molto facilmente. Questa pianta è molto comoda sotto altre palme o alberi più grandi.

All’interno, dobbiamo trovare una stanza luminosa, ma anche in questo caso la posizioneremo al riparo dalla luce diretta del sole, soprattutto da quella che entra attraverso finestre o porte a vetri, poiché questo ha un effetto ingrandimento e la nostra pianta brucerebbe anche più rapidamente che all’esterno.

Ti consigliamo di scoprire queste 25 piante da interno che necessitano di poca luce.

Terreno per Chamaedorea

In questo senso, la camadora non è una pianta esigente. Se lo piantiamo in vaso, può essere sufficiente un substrato universale, anche se un apporto di perlite aiuterà a migliorarne un po’ le proprietà.

All’esterno, l’importante è che l’area abbia un buon drenaggio dell’acqua. Se il terreno del tuo giardino non drena bene, puoi preparare una buca quadrata di 1 metro per lato e coprirla con una rete, per riempire lo spazio con un miglior substrato drenante. La fibra di cocco e la perlite sono molto utili per questo.

Come innaffiare una palma Chamaedorea in vaso

Questa pianta necessita di annaffiature moderate in cui, come al solito, la frequenza è più importante della quantità. Nei mesi freddi saranno sufficienti una o due annaffiature settimanali, mentre nei mesi caldi la richiesta di acqua della pianta può aumentare fino a cinque annaffiature a settimana.

Bisogna però prestare attenzione alla rapidità con cui il substrato si asciuga perché, in vaso, e soprattutto indoor, le piante tendono a richiedere meno acqua. Se il substrato è ancora umido sotto la superficie, il palmo della mano non ha ancora bisogno di annaffiare. Per fare questo, puoi guidare un bastoncino di legno di alcuni centimetri e controllare se esce asciutto o bagnato. Qui puoi vedere altri suggerimenti per sapere quando innaffiare le piante.

Abbonato di palma da salotto

Nonostante la pianta non sia molto esigente, nei mesi caldi apprezzerà che le forniamo una dose adeguata di concime, se possibile, specifico per le palme. Possiamo infatti alternare l’uso di un fertilizzante specifico un mese, con l’apporto di un fertilizzante o fertilizzante organico, come il compost o l’ humus di lombrico, il successivo.

Potatura di Chamaedorea elegans

Questa palma non necessita di una potatura specifica. Se dunque vi stavate chiedendo come potare una palma Chamaedorea, tenete presente che basterà essere vigili e pulirla rimuovendo le foglie secche o quelle dall’aspetto indebolito che troviamo regolarmente. Allo stesso modo potete tagliare le foglie che vedete molto vecchie, anche se sono le più grandi, poiché non impiegheranno molto a cadere da sole ma fino ad allora sottrarranno energia alla pianta. Così, puoi anche tagliare le foglie dalla loro base sul tronco che ritieni troppo lungo o che vedi malato.

Propagazione delle palme da salotto

Questa palma tende a produrre piccoli polloni o steli secondari. Propagarlo da queste talee di Chamaedorea è molto semplice, dal momento che dovremo solo separarle con cura e piantarle in un nuovo vaso e poi annaffiarle. Se consideri che hanno poche radici, puoi lasciarle per qualche ora o qualche giorno in un bicchiere d’acqua e vicino alla luce del sole in una finestra, così quando vedi più radici puoi piantarle nel terreno o in un vaso.

La mia Chamaedorea ha le foglie rugose, cosa devo fare?

Se le foglie della tua palma sembrano raggrinzirsi, è molto probabile che la pianta stia sopportando un calore eccessivo. La soluzione è semplice come spostarlo in una nuova posizione più fresca.

Inoltre vi consigliamo di leggere questo altro post su Come ravvivare una pianta nel caso la vedeste molto male, perché potrebbe essere necessario un cambio di location, ma potrebbero esserci anche problemi con il substrato o con l’irrigazione.

La mia Chamaedorea ha le foglie secche, perché?

Se solo le punte delle sue foglie sono quelle che seccano, quello che succede è che l’ambiente è eccessivamente secco o, più probabilmente, che la pianta è esposta a correnti d’aria, che non la favoriscono. Spostalo in un luogo riparato dalle correnti d’aria e lontano da fonti di calore o freddo, come condizionatori o termosifoni. Se l’intera foglia sembra ingiallire, può darsi che abbia bisogno di più annaffiature o che il sole diretto la stia bruciando, quindi devi trovare un’altra posizione in cui il sole non brilli così direttamente. Qui puoi saperne di più su Perché le piante hanno foglie gialle e soluzioni.

Ora che sai come prenderti cura di una palma Chamaedorea, potresti voler scoprire più tipi di palme con questo altro post.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura della Chamaedorea, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.